;

domenica, maggio 14, 2017

Un Dio fedele con chi avrà fede | 14 Maggio 2017 |

Metteresti nel tuo albero genealogico assassini, prostitute, adulteri e bugiardi? Gesù lo ha fatto... per dimostrare che lui non si serve di superuomini e di superdonne per il suo piano, ma di uomini e donne normali, ma che hanno fede nelle promesse di Dio.
---

Oggi vorrei parlarvi di uno dei brani che più mi entusiasma della parola di Dio: si trova nel Vangelo di Matto, al capitolo 1: leggiamolo assieme:

Abraamo generò Isacco; Isacco generò Giacobbe; Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli; 3 Giuda generò Perez e Zerac da Tamar; Perez generò Chesron; Chesron generò Ram; 4 Ram generò Amminadab; Amminadab generò Nason; Nason generò Salmon; 5 Salmon generò Boaz da Raab; Boaz generò Obed da Rut; Obed generò Isai, 6 e Isai generò Davide, il re. Davide generò Salomone da quella che era stata moglie di Uria; 7 Salomone generò Roboamo; Roboamo generò Abiia; Abiia generò Asa; 8 Asa generò Giosafat; Giosafat generò Ieoram; Ieoram generò Uzzia; 9 Uzzia generò Iotam; Iotam generò Acaz; Acaz generò Ezechia; 10 Ezechia generò Manasse; Manasse generò Amon; Amon generò Giosia; 11 Giosia generò Ieconia e i suoi fratelli al tempo della deportazione in Babilonia. 12 Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconia generò Sealtiel; Sealtiel generò Zorobabele; 13 Zorobabele generò Abiud; Abiud generò Eliachim; Eliachim generò Azor; 14 Azor generò Sadoc; Sadoc generò Achim; Achim generò Eliud; 15 Eliud generò Eleazar; Eleazar generò Mattan; Mattan generò Giacobbe; 16 Giacobbe generò Giuseppe, il marito di Maria, dalla quale nacque Gesù, che è chiamato Cristo. (Matteo 1:2-16)

Non siete eccitati anche voi? Non vi emoziona? Francamente, dovrebbe!

Ma aspettate un attimo, anche io ero come voi fino a qualche tempo fa. Quando mi capitava nella Bibbia di trovare una “genealogia” saltavo completamente il brano,
e andavo al successivo... a dove c'era “carne”, qualcosa di interessante, qualcosa di eccitante.

Sapete cosa è un albero genealogico, vero?

E' l'elenco delle persone che hanno preceduto nella famiglia una determinata persona. Possono essere fatti dal lato del padre, o da quello della madre.

Solitamente si fanno gli alberi genealogici delle famiglie “importanti”: tipo... in Italia gli “Agnelli”  in Gran Bretagna i Windsor... in America i Trump...

Di norma gli alberi genealogici servono a “vantarsi” di fronte agli altri, a far vedere che hai nella famiglia persone “importanti”, stimate: “Guarda qui! Avevo un antenato arcivescovo!”

E' questo, dunque, il motivo della presenza della genealogia di Gesù in Matteo? Deve Gesù “vantarsi” della sua discendenza  per dimostrare agli altri che “vale”? La genealogia di Gesù è lì per dimostraci che lui è il Re dei re perché la sua famiglia ha sin dall'inizio, e per tutti i secoli passati, servito in maniera perfetta Dio... oppure è lì per qualche altro motivo?

Quello che vorrei fare oggi assieme a voi  è la prima “predicazione ad estrazione”: ho messo tutti i nomi della genealogia di Gesù in questa scatola, e vorrei che foste voi ad estrarne “ a caso alcuni”... Il primo lo scelgo io...

  Abraamo (pastore)

Con Abraamo Dio ha incominciato il suo progetto per un “popolo suo”: a lui ha detto queste parole:

«Guarda il cielo e conta le stelle, se le puoi contare». E soggiunse: «Tale sarà la tua discendenza». (Genesi 15:5)

Che tipo di credente era Abraamo? Era di sicuro “perfetto” per ricevere questa promessa, vero?

Abraano aveva sposato Sara... che era la sua sorellastra... la Legge non era stata ancora scritta, ma quando Dio la scriverà vieterà in maniera categorica di farlo. Non penso Dio fosse felice con la scelta di Abraamo.

Ma, almeno, era una persona coraggiosa! Leggiamo insieme Genesi:

“Come stava per entrare in Egitto, disse a Sarai sua moglie: «Ecco, io so che tu sei una donna di bell’aspetto;  quando gli Egiziani ti vedranno, diranno: “È sua moglie”. Essi mi uccideranno, ma a te lasceranno la vita. Di’ dunque che sei mia sorella, perché io sia trattato bene a motivo di te e la vita mi sia conservata per amor tuo».” (Genesi 12;11-13)

E non sarebbe stata l'ultima volta!

“Abraamo partì di là andando verso la regione meridionale, si stabilì fra Cades e Sur; poi abitò come straniero in Gherar.  Abraamo diceva di sua moglie Sara: «È mia sorella». “ (Genesi 20:1-2)

  Isacco (figlio di Abraamo - pastore)

Isacco aveva preso “dal padre”... Non era un “cuor di leone”.

“Così Isacco rimase a Gherar.  Quando la gente del luogo gli faceva delle domande intorno a sua moglie, egli rispondeva: «È mia sorella», perché aveva paura di dire: «È mia moglie». «Non vorrei», egli pensava, «che la gente del luogo mi uccida a causa di Rebecca». Infatti lei era di bell’aspetto. “ (Genesi 26:6-10)

  Giacobbe (figlio di Isacco - pastore)

Giacobbe non era proprio quello che si definisce un buon fratello. Sapeva che Isacco aveva un debole per suo fratello Esaù, mentre lui era il “cocco di mamma Rebecca”.

Aveva già “estorto” la primogenitura ad Esaù per un piatto di fagioli, e sul letto di morte di suo padre escogita assieme alla madre, un imbroglio per prendere anche tutta l'eredità.

Sapendo che Isacco era quasi cieco,  finge di essere Esaù (che era particolarmente “peloso”) mettendosi sul collo e sulle mani pelli di pecora, così da ottenere in punto di morte la “benedizione” da Isacco, che equivaleva ad un testamento a suo favore.

“Giacobbe s’avvicinò a suo padre Isacco; e, come questi lo ebbe tastato, disse: «La voce è la voce di Giacobbe, ma le mani sono le mani di Esaù».  Non lo riconobbe, perché le sue mani erano pelose come le mani di suo fratello Esaù, e lo benedisse. Disse: «Tu sei proprio mio figlio Esaù?» Egli rispose: «Sì».  E Isacco gli disse: «Portami da mangiare la selvaggina di mio figlio, e io ti benedirò».” (Genesi 27:22-25)

  Giuda (figlio di Giacobbe - pastore)

Giuda non amava molto suo fratello Giuseppe, e assieme agli altri fratelli decisero di farlo fuori... ma era anche un affarista, e trovò il modo non solo di eliminare Giuseppe, ma anche di guadagnarci!

“Giuda disse ai suoi fratelli: «Che ci guadagneremo a uccidere nostro fratello e a nascondere il suo sangue?  Su, vendiamolo agli Ismaeliti e non lo colpisca la nostra mano, perché è nostro fratello, nostra carne». I suoi fratelli gli diedero ascolto.” (Genesi 37:25-27)

  Nason (figlio di Amminadab - capo tribù )

Nason era realmente un figlio di Dio devoto e generoso: fu il primo a offrire il sacrificio una volta costruito il Tabernacolo nel deserto.

“Colui che presentò la sua offerta il primo giorno fu Nason, figlio di Amminadab, della tribù di Giuda;  e la sua offerta fu un piatto d’argento del peso di centotrenta sicli, una bacinella d’argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa d’olio, per l’oblazione; una coppa d’oro di dieci sicli piena di incenso,  un toro, un montone,  un agnello dell’anno per l’olocausto, un capro per il sacrificio per il peccato,  e, per il sacrificio di riconoscenza, due bovini, cinque montoni, cinque capri, cinque agnelli dell’anno. Tale fu l’offerta di Nason, figlio di Amminadab.” (Numeri 7:12)

  Salmon (figlio di Nason - ? )

Di lui sappiamo solo che ha sposato una ex prostituta non ebrea, Raab

  Boaz  (figlio di Salmon - commerciante/imprenditore)

Boaz è esemplare: si prende cura di una vedova sua lontana parente si innamora di una straniera Moabita, vedova anche lei, anche se potrebbe non si “approfitta” sessualmente di Ruth... e la sposa!

  Isai  (figlio di Obed - pastore)

Isai non è male, ma fa del tutto per “accomodare” a modo suo il volere di Dio; quando Samuele arriva da lui per ungere il nuovo re di Israele, gli presenta per primo il figlio, più bello, più alto,  poi tutti gli altri... non vorrebbe neppure presentare Davide!

  Davide  (figlio di Isai - pastore/re)

Davide, il grande re Davide, colui di cui Dio diceva “Lui ha un cuore secondo il mio cuore”... era un adultero... e un assassino.

“Una sera Davide, alzatosi dal suo letto, si mise a passeggiare sulla terrazza del palazzo reale; dalla terrazza vide una donna che faceva il bagno. La donna era bellissima. Davide mandò a chiedere chi fosse la donna. Gli dissero: «È Bat-Sceba, figlia di Eliam, moglie di Uria, l’Ittita». Davide mandò a prenderla; lei venne da lui ed egli si unì a lei, che si era purificata dalla sua impurità; poi lei tornò a casa sua...  La mattina seguente, Davide scrisse una lettera a Ioab e gliela mandò per mezzo di Uria. 15 Nella lettera aveva scritto così: «Mandate Uria al fronte, dove più infuria la battaglia; poi ritiratevi da lui, perché egli resti colpito e muoia»” (2 Samuele 11:2-4, 14)

  Salomone  (figlio di  Davide - re)

Il re saggio, il re giusto... ma anche il re alla fine sesso-dipendente ed idolatra:

“Il re Salomone, oltre alla figlia del faraone, amò molte donne straniere: delle Moabite, delle Ammonite, delle Idumee, delle Sidonie, delle Ittite, 2 donne appartenenti ai popoli dei quali il Signore aveva detto ai figli d’Israele: «Non andate da loro e non vengano essi da voi, poiché essi certo pervertirebbero il vostro cuore per farvi seguire i loro dèi». A tali donne si unì Salomone nei suoi amori. 3 Ed ebbe settecento principesse per mogli e trecento concubine; e le sue mogli gli pervertirono il cuore.” (1 Re 11:1-3)

   Roboamo  (figlio di  Salomone - re)

Mentre lui regnava,  questo era quello che si faceva nel suo regno

“Gli abitanti di Giuda fecero ciò che è male agli occhi del Signore, e con i peccati che commisero provocarono la gelosia del Signore più di quanto avessero fatto i loro padri.  Costruirono anch’essi degli alti luoghi con statue e idoli di Astarte su tutte le alte colline e sotto ogni albero verdeggiante. C’erano anche, nel paese, degli uomini che si prostituivano.” (1 Re 14:21-23)

Nella genealogia di Gesù ci sono altri 11 re,  di cui cinque disastrosi, quattro un po' meglio, ma nemmeno tanto, e solo due realmente fedeli e devoti al Signore

Vi ripeto la domanda che ho fatto all'inizio: la genealogia di Gesù serve per VANTARE le sue origini regali, per vantare i suoi antenati perfetti... o altro?

La genealogia di Gesù è lì a dimostrare  che Dio non usa superuomini, ma uomini.

Uomini con i loro difetti, uomini con i loro sbagli, uomini che talvolta hanno vissuto con dei genitori terribili, senza morale, dissoluti, peccatori e satanici ma che sono stati capaci di tornare al Signore.

La genealogia di Matteo segue la linea maschile, ma guarda, tre donne sono citate: Raab, una prostituta, “la moglie di Uria”, Bat Seba, una adultera, e Rut, una  vedova straniera e pagana.

Donne imperfette, peccatrici, ma capaci di stare nel solco dettato da Dio. Vorrei portarvi una illustrazione: una genealogia è come questa catena: la catena è fatta di tanti anelli,  l'uno agganciato all'altro.

Nel piano di Dio, un nuovo credente è il primo anello di una catena che avrà in se anelli più forti e anelli più deboli, ma mai anelli perfetti.

Nella mia famiglia io sono stato il primo a credere, il primo anello di una catena... Poi ho battezzato mio figlio Benjamin, ed era il secondo anello della catena...

Ma poi ho battezzato mia madre... e, improvvisamente, non ero più il primo anello!

Quando Abraamo ha creduto nelle promessa di Dio, non sapeva quale sarebbe stato l'ultimo anello della sua catena né cosa avrebbe recato quella catena al mondo... Non sapeva che avrebbe portato a Gesù.

Se Abraamo avesse atteso di avere tutto il coraggio che serviva, o se Davide avesse rinunciato perché era stato un adultero e un assassino, o se Raab si fosse sentita indegna perché era stata prostituta, la catena si sarebbe interrotta, e oggi avremmo altri  nomi su quella genealogia, perché Dio avrebbe comunque trovato altri invece di loro.

Sapete cosa ho notato nella “catena” che ha portato alla nascita di Gesù? Che gli anelli più forti  tra tutti gli anelli “perfetti”, sono quelli che avevano una fede incrollabile in Dio anche quando non c'era traccia di Lui nelle loro vite.

La fede che aveva Abraamo cercando di contare le stelle, che avrebbe dovuto essere il numero dei suoi discendenti, quando aveva una moglie sterile.

O quella di caricare sull'asino la legna  con la qualeDio ti ha detto di offrire in sacrificio tuo figlio.

O quella che aveva Davide  scrivendo nel buio di una grotta un salmo di lode, mentre Saul lo cercava per ucciderlo.

O quella di Giosuè nel vedere che ci sono i giganti nella terra che Dio ti ha promesso.

O quella di Salomone di terminare una vita andata alla malora perché ti sei lasciato prendere la mano dal vizio, voltarti indietro e dire: “Signore, sei tu la cosa più importante nella mia vita”.

E' per questo che dovresti essere eccitato, eccitata dovresti emozionarti nel leggere la genealogia di Gesù in Matteo 1.

Quella genealogia è lì per dirti due cose: la prima è:  “Non aspettare di essere perfetto o perfetta per servirmi; servimi come sei ora, con tutti i tuoi difetti, i tuoi limiti e i tuoi peccati.”

La seconda è: “Tu non sai a cosa condurrà la tua catena, ma se tu la inizi, la prosegui, o la passi ai tuoi figli, io farò grandi cose ...se tu hai fede in me.”

“Riconosci dunque che il Signore, il tuo Dio, è Dio: il Dio fedele, che mantiene il suo patto e la sua bontà fino alla millesima generazione verso quelli che lo amano e osservano i suoi comandamenti.” (Deuteronomio 7:9)

Preghiamo.

GUARDA LE DIAPOSITVE DEL MESSAGGIO

---

GARDA IL VIDEO DEL MESSAGGIO


Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Affrontare la tempesta"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. Un megafono nella tempesta
2. Una piccola fede per affrontare la tempesta
3. Un grande amore per affrontare la tempesta
4. Uno sguardo fisso su Gesù per affrontare la tempesta

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc - Tel. 347/9740488 - email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies