;

domenica, aprile 09, 2017

Le armi per vincere | 9 Aprile 2017 |

Gesù nel deserto ti ha detto come vincere la tentazione. Sul monte delle Beatitudini ti spiega il perché.
---

Da tre settimane abbiamo iniziato  questa serie di messaggi messaggi in preparazione alla Pasqua. Abbiamo parlato della quaresima  come periodo di preparazione dei battezzandi nella chiesa primitiva,e abbiamo visto l'utilità delle discipline spirituali (preghiera, digiuno, studio, memorizzazione, silenzio, solitudine, ecc.), anche per noi, come allenamento per potenziare i nostri “muscoli” spirituali.

Ma avevamo anche visto che il fatto di praticare le discipline spirituali, non ci mette completamente al riparo dalle trappole del diavolo che si chiamano “tentazioni”.

Gesù stesso è stato tentato nel deserto

Se ricordate, abbiamo detto anche che Gesù è il nostro modello, e tutto quello che ha fatto lo a fatto per lasciarci  un segno,   un avvertimento, e una... anzi LA  soluzione!

1) Il segno: “Preparati per annunciare il Vangelo”
2) L'avvertimento: “Il deserto non significa che Dio ti ha abbandonato”
3) La soluzione: “Conosci la Parola di Dio per vincere la tentazione ”

Gesù si è esposto deliberatamente alle tentazioni del diavolo, per dimostrarci che, come uomini e donne, possiamo vincere sul diavolo.

Gesù è uscito dal deserto vittorioso sul diavolo, ma non ha solo vinto,  uscito da esso infatti ha iniziato a fornirci le armi per vincere il mondo, sconfiggere il diavolo, e affrontare la tentazione.

Nella mia Bibbia il capitolo 4 (il deserto) sta nella colonna di sinistra, mentre nella colonna di destra c'è il primissimo insegnamento di Gesù: il “Sermone sul Monte”, o “le Beatitudini”

Nel deserto Gesù ci aveva spiegato il COME” vincere le tentazioni rimanendo vicino a lui,  sapendo che non ci abbandona (neanche nel deserto), studiando la Parola, memorizzandola e usandola come scudo contro il diavolo. Nel Sermone sul Monte ci spiega il PERCHE'.

Nel deserto Gesù aveva incontrato se stesso, e il suo cuore di uomo: aveva sperimentato quello che ciascun credente, da allora in poi, avrebbe affrontato se avesse voluto seguirlo come discepolo:
la fame, (aveva digiunato) (“trasforma le pietre in pane”) la paura per la propria vita,  (era stato posto sul pinnacolo del tempio) (“buttati giù, e fatti acchiappare dagli angeli”) e infine la fama (aveva visto i regni di tutto il mondo... che sapeva lo avrebbero disprezzato) (“sarai osannato e rispettato da tutte le genti nel mondo”).

Non so quanto tempo sia trascorso tra il deserto e il Sermone, ma sono sicuro che Gesù avesse bene in mente quelle esperienze dolorose, perché le Beatitudini  rispondono perfettamente a ciascuna di esse.

1. La Fame 

"E, dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, alla fine ebbe fame.  E il tentatore, avvicinatosi, gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, ordina che queste pietre diventino pani».  Ma egli rispose: «Sta scritto: “Non di pane soltanto vivrà l’uomo, ma di ogni parola che proviene dalla bocca di Dio”». " (Matteo 4:2-4)

La fame è uno stato umano  che impedisce qualsiasi altra azione: se hai fame,  non riuscirai a fare altro che pensare che vorresti mangiare.

La fame nel mondo non è un problema di mancanza di cibo, ma un problema di mancanza di giustizia. Se l'1% della popolazione nel mondo, detiene il 99% della ricchezza del mondo  (non sono dati miei, ma dell'organizzazione Oxfam),  allora la fame non è un problema di cibo, ma di mancanza di giustizia, da parte di chi ha in mano il cibo per sfamare il mondo.

La tua fame può essere fisica, e mi auguro che tu che mi ascolti non abbia fame fisica oggi,  perché mio dovere come credente sarebbe di invitarti a pranzo,  a cena  e metterti qualcosa nella sacca per domani

Ma può essere anche anche “sociale”, dovuta a quanto vali nel mondo, a come ti vedono le persone attorno dove tu non conti nulla, e i tuoi diritti vengono calpestati dal potente di turno.

Dove vai quando hai “questo” tipo di fame?

Ricordati, Gesù ha vinto il deserto, e la fame, e ora sul monte delle Beatitudini ti dice:

“Beati quelli che sono affamati e assetati di giustizia, perché saranno saziati.” (Matteo 5:6)

Se sei credente, le persone guarderanno a te con una certa soddisfazione se le cose per te vanno “di male in peggio”... “Dov'è il tuo Dio?” .. il Salmo 42 lo dice.

Gesù invece ti dice: “I conti si fanno alla fine”. Salomone conclude Ecclesiaste così:

“Dio infatti farà venire in giudizio ogni opera, tutto ciò che è occulto, sia bene, sia male.” (Ecclesiaste 12:16)

Quando hai fame per la giustizia che non vedi nella tua vita, sappi che Gesù ti promette che sarai saziato

La seconda esperienza dolorosa  nella nostra vita di credenti è

2. La Paura

“Allora il diavolo lo portò con sé nella città santa, lo pose sul pinnacolo del tempio,  e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gettati giù; poiché sta scritto: “Egli darà ordini ai suoi angeli a tuo riguardo” e “Essi ti porteranno sulle loro mani, perché tu non urti col piede contro una pietra».  Gesù gli rispose: «È altresì scritto: “Non tentare il Signore Dio tuo”.  (Matteo 4:5-7)

Siamo onesti: viviamo in un mondo che non ci ama, che ci mette ogni volta sotto la lente di ingrandimento, che si aspetta che cadiamo per vedere se il nostro Dio interviene...

E qualche volta noi stessi iniziamo a dubitare che Dio interverrà...

E nasce la voglia di “mollare”, di uniformarsi al mondo, di scegliere le stesse vie,
le stesse scappatoie, le stesse scorciatoie che usano gli altri, perché ci sentiamo su una guglia del tempio,e, si, sappiano che Dio è potente... ma se poi non mi risponde?

Dove vai, quando ti senti così? Gesù sul monte delle Beatitudini, ti ricorda due cose:

“Beati quelli che sono afflitti, perché saranno consolati” (Matteo 5:4)

Non ci sarà lacrima che non verrà asciugata: Apocalisse afferma:

“(Dio) asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate”.  (Apocalisse 21:4)

L'altra cosa che ti ricorda è questa:

“Beati i perseguitati per motivo di giustizia, perché di loro è il regno dei cieli.  Beati voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e {, mentendo,} diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli; poiché così hanno perseguitato i profeti che sono stati prima di voi.” (Matteo 5:10-12)

Gesù ti sta dicendo: “Essere mio discepolo non è facile: non ci saranno applausi, e più di una volta ti porteranno sul tetto di un palazzo per buttarti giù...  Lo hanno fatto con me... lo faranno anche con te! Ma sappi: hanno trattato così quelli che parlavano di me prima che io venissi, che hanno avuto fede in qualcosa che non avevano ancora visto... Tu mi hai visto, tu hai visto la croce, e la tomba vuota... Sii mio testimone, oltre la tua paura."

La terza esperienza difficile  nella vita dei credenti è

3. La Fama

Sarebbe meglio dire “la mancanza di fama”, o anche “la cattiva fama”

Quando avete accettato Gesù, quanti dei vostri amici non credenti hanno detto “WOW! Che bello!” ? Quanti vi hanno offerto da bere? Quanti hanno voluto sapere di più?

Il diavolo aveva provato a lusingare Gesù con la fama:

“Di nuovo il diavolo lo portò con sé sopra un monte altissimo, gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria e gli disse:  «Tutte queste cose ti darò, se tu ti prostri e mi adori».  Allora Gesù gli disse: «Vattene, Satana, poiché sta scritto: “Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi il culto”»" (Matteo 4:8-10)

Il diavolo non poteva vedere nel futuro... ma conosceva Isaia 53:

“Disprezzato e abbandonato dagli uomini, uomo di dolore, familiare con la sofferenza, pari a colui davanti al quale ciascuno si nasconde la faccia, era spregiato, e noi non ne facemmo stima alcuna.” (Isaia 53:3)

“Chi te lo fa fare, Gesù?  Non dirgli la verità! Digli che qualsiasi cosa faranno saranno salvi! Batti i pugni sul tavolo, e fatti valere! Gonfiati, fai la ruota come fa il pavone! Pensa a te per primo! Fai lottare l'uno contro l'altro per avere il massimo per te! E tutti ti “osanneranno”!

C'è stata mai una volta in cui avresti voluto “contare di più” entrare in un ufficio con tutti che si alzano, prendere la tua vendetta contro colui che ti ha fatto del male?

Dove vai quando senti queste tentazioni dentro di te, quando invidi qualcuno che è potente,  ed ha fama?

Gesù ti dice:

“Beati i poveri in spirito, perché di loro è il regno dei cieli...  Beati i mansueti, perché erediteranno la terra...Beati i misericordiosi, perché a loro misericordia sarà fatta.  Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.  Beati quelli che si adoperano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio!

(Matteo 5: 5, 7-9)

Essere credente significa andare “contro” quello che ti dice la società:

“Fatti furbo!”  “Chi pecora si fa il lupo se la mangia!”  “Tanto non lo viene a sapere nessuno!”

Gesù invece ti chiede di essere differente,  per essere suo testimone. Ed afferma che la felicità non è nell'essere uguali al mondo ma nell'essere come il Padre vuole.
Conclusione

Se Gesù nel deserto ti ha detto come vincere il diavolo stando vicino a Dio cercando la sua presenza anche quando sembra lontano, studiando e memorizzando la Sua Parola, sul Monte delle Beatitudini ti spiega perché: perché i conti si faranno alla fine, e allora sarai saziato per sempre, perché sarai in eterno consolato per aver corso il rischio di testimoniare di Lui, perché l'unica fama che conta è quella che ti costruisci davanti al Padre.

Nel giorno in cui il mondo cristiano  ricorda l'entrata trionfale di Gesù in Gerusalemme, voglio sfidarti: se gridi “osanna” a lui la domenica ma poi cerchi le vie rapide,  il consenso del mondo, la sua fama, stai mancando la felicità che Gesù ti garantisce verrà...

Forse non arriverà ora,   ma a via dolorosa del Golgota, porta a una tomba vuota che ha vinto la morte... la mia e la tua, se accetti di percorrerla fino in fondo.

Preghiamo
GUARDA LE DIAPOSITIVE DEL MESSAGGIO

---
GUARDA IL VIDEO DEL MESSAGGIO


Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Chi sono in Cristo"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. La tua identità in Cristo
2. Aprire il sipario sulla tua nuova vita
3. Non screditare ciò che Dio ti ha promesso
4. Quale pelle stai indossando?

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc Tel: 324/8374950 WhatsApp: 347/9740488 email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies