;

domenica, ottobre 13, 2013

Come costruire relazioni sane: 2° parte | 13 Ottobre 2013 |

Vuoi avere una vita felice? La chiave della tua felicità sta nel rapporto che hai con gli altri, da cosa ti aspetti dagli altri...e da quanto ami gli altri.
---

Nel precedente messaggio avevamo visto che Paolo ha una ricetta per avere delle relazioni sane, e ce la illistra nel capitolo 1 di Filippesi. Avevano anche detto che la felicità ha 5 leggi principali.

Le 5 leggi della felicità

  1. Non ricercare la felicità: creala!

La felicità è una tua scelta.
Sarai tanto felice quanto decide di essere felice.

2. La felicità non è un obiettivo:  è il risultato di pensieri e di azioni giuste.

Se la felicità è il tuo obiettivo vivrai una vita egoistica = misera!

3. Le mie abitudini creano la mia felicità.

E' una scelta.
Noi modelliamo le nostre abitudini, e poi le nostre abitudini modellano noi!

4. La felicità basata sugli eventi è temporanea.

Dura solo quanto l'evento.

Ma la felicità basata sulle abitudini è duratura.

5. Le abitudini che creano felicità danno dipendenza come le cattive abitudini.

...ma portano un a ricompensa molto più grande!


    Il Llbro di Filippesi

Se vuoi essere felice, dove cominciare? Paolo comincia dalle RELAZIONI! E' impossibile essere felici con relazioni infelici!

1° ABITUDINE: DEVO COLTIVARE RELAZIONI SANE!

Per essere felice devo...

1. ESSERE GRATO PER LE PERSONE NELLA MIA VITA! 

Paolo ha scelto di non soffermarsi sui ricordi dolorosi

I ricordi sono una scelta: sviluppa una memoria selettiva!

Per essere felice devo...

2. PREGARE CON GIOIA PER LE PERSONE NELLA MIA VITA

    Il modo più semplice per cambiare una relazione: inizia a pregare con gioia per lui/lei

Quello che ha pregato Paolo!

1.  Crescano nell'amore

2. Prendano decisioni sagge

3. Vivano con integrità

4. Diventino come Gesù
----

Paolo e Timoteo, servi di Cristo Gesú, a tutti i santi in Cristo Gesú che sono in Filippi, con i vescovi e con i diaconi,  grazia a voi e pace da Dio nostro Padre e dal Signore Gesú Cristo. Io ringrazio il mio Dio di tutto il ricordo che ho di voi;  e sempre, in ogni mia preghiera per tutti voi, prego con gioia  a motivo della vostra partecipazione al *vangelo, dal primo giorno fino a ora.  E ho questa fiducia: che colui che ha cominciato in voi un'opera buona, la condurrà a compimento fino al giorno di Cristo Gesú.  Ed è giusto che io senta cosí di tutti voi, perché io vi ho nel cuore, voi tutti che, tanto nelle mie catene  quanto nella difesa e nella conferma del vangelo, siete partecipi con me della grazia.  Infatti Dio mi è testimone come io vi ami tutti con affetto profondo in Cristo Gesú.  E prego che il vostro amore abbondi sempre piú in conoscenza e in ogni discernimento,  perché possiate apprezzare le cose migliori , affinché siate limpidi e irreprensibili per il giorno di Cristo,  ricolmi di frutti di giustizia che si hanno per mezzo di Gesú Cristo, a gloria e lode di Dio.” (Filippesi 1:1-11)


Per essere felice devo...

3.   ASPETTARMI IL MEGLIO DALLE PERSONE NELLA MIA VITA

Prendi l'abitudine di credere nelle persone piuttosto che criticarle

Queste cose sono così semplici per me da insegnare.  Ma sono così difficili da trasformare in abitudini.
Normalmente non ci aspettiamo il meglio dalle persone intorno a noi, ci aspettiamo il peggio.  Ci aspettiamo che ci deludano perché lo hanno già fatto un precedenza

“E ho questa fiducia: che colui che ha cominciato in voi un'opera buona, la condurrà a compimento fino al giorno di Cristo Gesú.” (Filippesi 1:6)

Paolo era una persona una professionista nel trarre il meglio dalle persone.
Come? Paolo faceva tre cose.

1. Credeva nelle persone. Gli dava fiducia.

“E ho questa fiducia”

Lo fai tu? Quando tuo figlio piccolo inciampava, cosa facevi?  Lo criticavi perché non sapeva ancora camminare,  oppure lo incoraggiavi a rialzarsi e riprovare a camminare?

Se tuo figlio sta correndo una maratona, e inciampa, cosa fai? Gli dici di lasciare perché non è bravo a correre oppure lo incoraggi a rialzarsi, perché il traguardo è ancora molto lontano e c'è tutto il tempo di recuperare? Un buon genitore si alza e urla ancora di più: “ Alzati!  Io credo in te!  So che ce la puoi fare.  Alzati.! Non è niente di che, non ti preoccupare!  Basta che continui a correre!

Questo è ciò che Dio fa con voi quando si inciampa.  Questo è ciò che Dio vuole che tu faccia con le persone della tua vita quando inciampano.  Questo è ciò che significa essere come Gesù.

Tutti noi abbiamo bisogno di persone che credano in noi. Non si può cambiare a meno che qualcuno creda in te e tu credi in te stesso.   L'accettazione precede sempre la trasformazione.  Ecco perché io dico sempre non dire le cose come stanno, dire le cose come potrebbe essere.

2. Dava alle persone una visione, dipingendogli un'immagine del futuro

“colui che ha cominciato in voi un'opera buona, la condurrà a compimento”

Non dirgli “come è ora”, fagli immaginare come sarà domani.

Gli studi hanno dimostrato che tendiamo a diventare ciò che noi crediamo le persone più importanti della nostra vita pensano di noi.

La mia professoressa di matematica del liceo credeva che ce l'avrei fatta a passare l'esame di maturità con un gran punteggio nonostante i miei 4 in matematica...  Se non avessi avuto lei durante cinque anni a dirmi, “è dura, ma io so che ce la puoi fare” non avrei mai raggiunto il 58 su 60.

Così Paolo dice: “Mi aspetto il meglio dalle persone.  Io credo nelle persone.  Io do la gente visione.”

3. Era paziente con i progressi delle persone

“Sono sicuro che Dio, che ha cominciato in voi la sua opera, vi aiuterà a crescere nella sua grazia fino a completare questa sua opera in voi il giorno in cui Gesù Cristo tornerà.” (Filippesi 1:6 PV)

Paolo sa che la crescita è un processo che richiede tempo. Non ha fretta. I Filippesi sono sulla strada della perfezione, ma sono ben lungi dall'essere perfetti ... e Paolo, questo, lo sa!

Perché è così importante per la vostra felicità?   Se ti ostini a cercare la perfezione nella gente sarai  infelice il resto della tua vita.   Perché non c'è nessuno perfetto ... soprattutto te!

Paolo dice: “Io sono paziente, con il progresso della gente."

Dio non aspetta che tu sia “maturo” per cominciare ad amarti. Neppure tu dovresti farlo con le persone che ti circondano. Celebra quanto le persone sono arrivate lontano piuttosto che giudicare quanta strada ancora devono fare

La chiave della pazienza è l'“AMORE”!

“Ed è giusto che io senta cosí di tutti voi, perché io vi ho nel cuore” (Filippesi 1:7)

Ho scoperto che se le persone non sono sul mio cuore e facile che saranno sulle mie scatole. Se non sto pregando per loro, sarò probabilmente disturbato da loro.

Quando affrontiamo un problema con qualcuno, è il nostro cuore a governare … o piuttosto la nostra testa? Se mio figlio fosse venuto di notte a dirmi che aveva avuto un brutto incubo, cosa gli avrei risposto? “Sei stupido! Non c'è un mostro rosa con sette occhi e tre proboscidi in camera tua!"
Certamente no! L'amore che ho per lui mi avrebbe fatto ascoltare il suo incubo assurdo, anche se io non avrei capito il motivo dell'incubo e il suo spavento.

Quanto durante la nostra giornata siamo empatici verso le persone, piuttosto che difensivi dei nostri punti di vista? Amare con il cuore comincia con la comprensione.   Basta ascoltare,  capire lo stato d'animo e  rispondere di conseguenza.

Questo ci porta al prossimo passo...

Per essere felice devo...

4. AMARE LE PERSONE NELLA MIA VITA COME LE AMA GESU'

“Infatti Dio mi è testimone come io vi ami tutti con affetto profondo in Cristo Gesú” (Filippesi 1:8)

Paolo aveva piantato questa chiesa a Filippi; ne era stato il primo pastore. Per questo io, come pastore, posso identificarmi con quello che provava verso quelle persone

Voglio sappiate

  • che sono grato a Dio per voi
  • che prego con gioia per voi
  • che credo in voi e che ho fiducia in voi
  • che è un onore e un privilegio servire voi.

L'amore è un mio “dovere” verso di voi... e non solo mio.

“Da questo abbiamo conosciuto l’amore: egli ha dato la sua vita per noi; anche noi dobbiamo dare la nostra vita per i fratelli.” (1 Giovanni 3:16)

Non vi suona familiare? Ricordate cosa dice Giovanni 3:16?

“Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.” (Giovanni 3:16)

Gesù era felice di poter dare la sua vita per me e per te, perché ci ama! Se vuoi provare la stessa gioia, devi amare i tuoi fratelli e le tue sorelle così come Gesù ha amato te e me!

Preghiamo...

"Caro Dio, vi chiedo di darmi la forza di essere grato /grata per le persone nella mia vita.  Aiutami a ricordare il meglio di loro e dimenticare il resto.  Per coloro con cui ho cattivi rapporti aiutarmi a iniziare a pregare per loro e di pregare con gioia.  Prego che crescano nell'amore e che vivano con integrità per  diventare come Gesù.  Caro Dio, io voglio che tu mi aiuti a sviluppare l'abitudine di aspettarsi il meglio delle persone nella mia vita, piuttosto che criticarle e aspettare il peggio.  Aiutami a credere nelle persone.  Aiutami ad essere fiducioso/fiduciosa e a costruire fiducia negli altri.  Aiutami ad essere paziente con il progresso della gente.  Aiutami a riconoscere fino a che punto la gente è arrivata e a gioirne e non quanto hanno ancora da percorrere.  Caro Dio aiutami ad avere l'amore nel mio cuore e di amare le persone non a testa.  E aiutami ad amare le persone nella mia vita come Gesù .  Ad amarle tanto che sarei disposto a dare la mia vita in sacrificio e in servizio per loro.  Prego questo nel nome di Gesù.  Amen."

Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Affrontare la tempesta"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. Un megafono nella tempesta
2. Una piccola fede per affrontare la tempesta
3. Un grande amore per affrontare la tempesta
4. Uno sguardo fisso su Gesù per affrontare la tempesta

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc - Tel. 347/9740488 - email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies