;

domenica, marzo 13, 2011

Un patto infranto, un amore che ti segue | 13 Marzo 2011 |


Immagina di aver letto un libro dove si parla di un genitore che ama i propri figli, che vuole il meglio per loro, che cerca di tirarli su educandoli alle cose sane e corrette, ma dove i figli rifiutano di ascoltarlo, o magari lo ascoltano per un paio di settimane e poi tornano a fare quello che vogliono.

Che libro sarebbe? Dove verrebbe messo in una biblioteca quel libro? Nella sezione “drammi” o in quella “con lieto fine”?

Sapete, un libro del genere esiste... ed è la Bibbia. La Bibbia potrebbe essere il libro più triste del mondo; un libro che racconta di un Padre che cerca i propri figli, che li ama, che vuole il meglio per loro, che stabilisce dei patti perché essi possano prosperare... ma i figli ogni volta stracciano quel patto.

Potrebbe essere il libro più triste del mondo... ed invece è “la buona novella”... perché c'è la storia di un patto che Dio ha firmato con l'uomo tramite il sangue di un uomo... ma che era suo figlio!

Perché è servito che Dio decidesse di scendere e firmare lui stesso il patto che ci salva? Durante le prossime 5 settimane vogliamo vedere alcuni dei patti che l'uomo ha stracciato, facendone tesoro per le nostre vite.

Definizione di patto:
Wikipedia: “è un accordo tra due o più soggetti con il quale gli stessi regolano questioni di comune interesse. La convenzione, nella pratica non è necessariamente fatta per iscritto, anche se la scrittura è mezzo efficace per documentare i termini dell'accordo ed evitare future contestazioni.”

Caratteristiche di una patto
  • qualcosa viene stabilito per un utile comune
  • il patto comporta incarichi o azioni reciproche
  • si fissano delle regole da rispettare pena lo scioglimento del patto
  • se una delle parti viene meno il patto è sciolto
  • c'è una penale da pagare per lo scioglimento del patto
I patti che Dio scrive con l'uomo rispettano per lo più queste caratteristiche, con una differenza sostanziale: Dio non trae utile dal patto.

Caratteristiche dei patti di Dio con l'uomo

  • Dio stabilisce qualcosa per l'utile dell'uomo
  • Dio da incarico a l'uomo di fare qualcosa
  • Fissa le regole perché il patto sia rispettato
  • l'uomo ne riceve l'utile
  • c'è un prezzo da pagare per lo scioglimento del patto
1° patto di Dio con l'uomo : Adamo ed Eva

Dio sceglie di creare l'uomo:

"Poi Dio disse: "Facciamo l'uomo a nostra immagine, conforme alla nostra somiglianza,". (Genesi 1:26a)

Dio stabilisce l'utile per l'uomo:

“abbia dominio sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutta la terra e su tutti i rettili che strisciano sulla terra". (Genesi 1:26b)

Dio stabilisce un incarico per l'uomo:

“Dio il SIGNORE prese dunque l'uomo e lo pose nel giardino di Eden perché lo lavorasse e lo custodisse. “(Genesi 2:15)

Dio fissa una sola regola da rispettare

“Dio il SIGNORE ordinò all'uomo: "Mangia pure da ogni albero del giardino, ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non ne mangiare;". (Genesi 2:16-17a)

Dio fissa il prezzo da pagare per la rottura del patto

“perché nel giorno che tu ne mangerai, certamente morirai". (Genesi 2:17b)

3 caratteristiche del 1° patto di Dio con l'uomo

  • contiene una benedizione
  • contiene un comandamento
  • contiene un avvertimento
Dio parte sempre illustrando le benedizioni che vuole donare ai suoi figli (parte sempre con il lato positivo dell'accordo)
  • illustra “l'utile” che l'uomo ne trarrà
  • mostra l'effetto della rottura del patto.
Ma, ogni volta, c'è chi lavora perché il contratto che Dio firma con l'uomo non arrivi a buon fine... il diavolo, certamente, ma l'uomo fa la parte sua, “cascandoci” volta su volta!

2 caratteristiche dell'offensiva di satana contro i patti di Dio
  • Comincia sempre con una bugia
  • si concentra nello smentire capovolgerle le tre caratteristiche (benedizione/comandamento/avvertimento)
La bugia di “apertura”

"Come! Dio vi ha detto di non mangiare da nessun albero del giardino?" (Genesi 3:1b)

3 fatti che devi ricordare davanti alle bugie di satana

1. Ricorda che in Dio sei benedetto

la benedizione: “"Mangia pure da ogni albero del giardino”
  • Dio è “largo” nel benedire”
“essi invocheranno il mio nome e io li esaudirò; io dirò: "È il mio popolo!" ed esso dirà: "Il SIGNORE è il mio Dio!"" (Zaccaria 13:9)

"Ma per voi che avete timore del mio nome spunterà il sole della giustizia, la guarigione sarà nelle sue ali; voi uscirete e salterete, come vitelli fatti uscire dalla stalla. Voi calpesterete gli empi, che saranno come cenere sotto la pianta dei vostri piedi, nel giorno che io preparo", (Malachia 4:2-3)

La strategia di satana: proporre una benedizione “ alternativa”: “sarete come Dio, avendo la conoscenza del bene e del male". (Genesi 3:5b)

Non dice “non è vero, quell'albero non fa niente”, ma interpreta “distorcendola” la verità di Dio, ed offre un qualche cosa di “simile” che attiri la nostra attenzione e scateni il nostro egocentrismo. satana sa bene che:

“Questa non è la saggezza che scende dall'alto; ma è terrena, animale e diabolica. ...La saggezza che viene dall'alto, anzitutto è pura; poi pacifica, mite, conciliante, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale, senza ipocrisia. (Giacomo 3:15-17)

Giovanni (il Battista) rispose: "L'uomo non può ricevere nulla se non gli è dato dal cielo. (Giovanni 3:27)

2. Segui le istruzioni di Dio

il comandamento:" ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non ne mangiare”
  • I comandamenti di Dio sono semplici
  • Dio ci autorizza moltissimo, ci vieta pochissimo
“ poiché il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero". (Matteo 11:30)

La strategia di satana: confutare il comandamento di Dio: “ma Dio sa che nel giorno che ne mangerete, i vostri occhi si apriranno". (Genesi 3:5a)

satana tenta sempre di dirci che Dio è un bugiardo, anzi che Dio vuole “limitarci” perché è invidioso della nostra libertà.

(satana) ... non si è attenuto alla verità, perché non c'è verità in lui. Quando dice il falso, parla di quel che è suo perché è bugiardo e padre della menzogna. (Giovanni 8:44)

3. Conosci le conseguenze del disobbedire

l' avvertimento per il nostro bene: “nel giorno che tu ne mangerai, certamente morirai"
Dio ci vuole proteggere
  • Dio è dalla nostra parte
"Che diremo dunque riguardo a queste cose? Se Dio è per noi chi sarà contro di noi?" (Romani 8:31)

"Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà." (Romani12:2)

La strategia di satana: negare l'avvertimento di Dio : “Il serpente disse alla donna: "No, non morirete affatto” (Genesi 3:4)

Perché il patto è stato rotto?

Che cosa non ha funzionato. Eva ha risposto bene citando la Parola di Dio:

“La donna rispose al serpente: "Del frutto degli alberi del giardino ne possiamo mangiare; ma del frutto dell'albero che è in mezzo al giardino Dio ha detto: "Non ne mangiate e non lo toccate, altrimenti morirete"". (Genesi 3:2-3)

Ma poi l'attenzione si è spostata dalla Parola di Dio all'oggetto del desiderio:

“La donna osservò che l'albero era buono per nutrirsi, che era bello da vedere e che l'albero era desiderabile per acquistare conoscenza; prese del frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito, che era con lei, ed egli ne mangiò.”(Genesi 3:6)

NB: Adamo era LI' CON LEI! E' colpevole QUANTO EVA!!!

Eva guardò l'unica cosa che Dio gli aveva proibito e vide ...
  • che l'albero era buono per nutrirsi,
  • che era bello da vedere e
  • che l'albero era desiderabile per acquistare conoscenza;

Le 3 “asole” che satana usa per legarci

1.Tutti vogliono sentirsi bene
2.Tutti vogliono avere beni (fisici, cose)
3.Tutti vogliono essere invidiati

satana ha imparato ad usare queste tre asole dall'inizio del mondo:

1. l'albero era buono per nutrirsi,
desiderio della carne = la tentazione di “sentire”” = tutto ciò che ci fa sentire “bene”
2. era bello da vedere
desiderio degli occhi = desiderio di “avere” = tutto ciò che ci piace e vorremmo per noi
3. l'albero era desiderabile per acquistare conoscenza;
desiderio dell'orgoglio = desiderio di “essere” = tutto ciò che ci fa sentire al di sopra degli altri.

E' lo stesso schema che ha usato perfino con Gesù...uscendone sconfitto:

Gesù, pieno di Spirito Santo, ritornò dal Giordano, e fu condotto dallo Spirito nel deserto per quaranta giorni, dove era tentato dal diavolo. Durante quei giorni non mangiò nulla; e quando furono trascorsi, ebbe fame. Il diavolo gli disse: "Se tu sei Figlio di Dio, di' a questa pietra che diventi pane". Gesù gli rispose: "Sta scritto: "Non di pane soltanto vivrà l'uomo"". Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in un attimo tutti i regni del mondo e gli disse: "Ti darò tutta questa potenza e la gloria di questi regni; perché essa mi è stata data, e la do a chi voglio. Se dunque tu ti prostri ad adorarmi, sarà tutta tua". Gesù gli rispose: "Sta scritto: "Adora il Signore, il tuo Dio, e a lui solo rendi il tuo culto"". Allora lo portò a Gerusalemme e lo pose sul pinnacolo del tempio e gli disse: "Se tu sei Figlio di Dio, gettati giù di qui; perché sta scritto: "Egli ordinerà ai suoi angeli che ti proteggano; ed essi ti porteranno sulle mani, perché tu non inciampi con il piede in una pietra"". Gesù gli rispose: "È stato detto: "Non tentare il Signore Dio tuo"". Allora il diavolo, dopo aver finito ogni tentazione, si allontanò da lui fino a un momento determinato. (Luca 4:1-13)

La strategia che satana usa è sempre la stessa:

1. "Se tu sei Figlio di Dio, di' a questa pietra che diventi pane".
Desiderio della carne = desiderio di stare bene
Gesù gli rispose: "Sta scritto: "Non di pane soltanto vivrà l'uomo"".
2. "Ti darò tutta questa potenza e la gloria di questi regni; perché essa mi è stata data, e la do a chi voglio. Se dunque tu ti prostri ad adorarmi, sarà tutta tua".
Desiderio degli occhi = desiderio di avere
Gesù gli rispose: "Sta scritto: "Adora il Signore, il tuo Dio, e a lui solo rendi il tuo culto"".
3. “Allora lo portò a Gerusalemme e lo pose sul pinnacolo del tempio e gli disse: "Se tu sei Figlio di Dio, gettati giù di qui; perché sta scritto: "Egli ordinerà ai suoi angeli che ti proteggano; ed essi ti porteranno sulle mani, perché tu non inciampi con il piede in una pietra"".
Desiderio dell'orgoglio =
Gesù gli rispose: "È stato detto: "Non tentare il Signore Dio tuo"".

Sia Eva che Gesù hanno citato le parole di Dio in risposta a satana. Eva è caduta, Gesù no. Perché? Tutto il segreto sta nelle azioni differenti alla tentazione di satana:

  • “La donna osservò”
  • “Gesù rispose”.

Eva “guarda” la sua tentazione, la valuta, ed alla fine ne è attratta, e cade. Gesù non guarda MAI la sua tentazione, distoglie lo sguardo, lo fissa altrove. Lo fissa sulle promesse di Dio.

3 azioni per evitare la caduta

1. Non concentrarti sulla tentazione

“Nessuna tentazione vi ha còlti, che non sia stata umana; però Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via d'uscirne, affinché la possiate sopportare. (1 Corinzi 10:13)

  • Più ti concentri su ciò che ti tenta, più lo guardi
  • Più lo guardi, più ne vieni attratto
  • Più ti attrae, più rischi di cadere
(es. attrazione gravitazionale dei satelliti: un satellite deve essere posto abbastanza lontano dalla terra per poter restare lì. Se si avvicina troppo, cade.)

Eva ha fissato il frutto, ne è stata attratta, è caduta.

2. Rifocalizza la tua mente altrove

Ricordati che quello a qui resisti persiste

"Anche noi, ... corriamo con perseveranza la gara che ci è proposta, fissando lo sguardo su Gesù, colui che crea la fede e la rende perfetta. Per la gioia che gli era posta dinanzi egli sopportò la croce." (Ebrei 12:1-2)

Più rimpari a non fissare la tua tentazione più ne sei salvo

Gesù non ha mai fissato lo sguardo sulle tentazioni di satana, ma ha guardato “altrove”. Non in un posto a caso, ma su Dio, tramite la Sua Parola

3. Memorizza la Parola di Dio

"Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, per ottenere misericordia e trovar grazia ed essere soccorsi al momento opportuno.
(Ebrei 4:16)

"Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, perché l'uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona." (2 Timoteo 3:16-17)

SE la parola di Dio vive in te, se la leggi costantemente, se la memorizzi, allora “al momento opportuno” essa riemergerà per portarti soccorso.

Conclusione

La Bibbia inizia “male”, per colpa dell'uomo. Il primissimo patto che Dio aveva studiato a nostro vantaggio viene stracciato.

Se Dio non ci amasse così tanto, la Bibbia potrebbe essersi conclusa al capitolo 2 di Genesi,. E invece per 42 libri Dio ha continuato ad inseguirci, fino a giungere al 43° dove sono scritte queste parole:

Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. (Giovanni 3:16)

All'inizio del messaggio ti ho fatto una domanda:

“Immagina di aver letto un libro dove si parla di un genitore che ama i propri figli, che vuole il meglio per loro, che cerca di tirarli su educandoli alle cose sane e corrette, ma dove i figli rifiutano di ascoltarlo, o magari lo ascoltano per un paio di settimane e poi tornano a fare quello che vogliono.

Che libro sarebbe? Dove verrebbe messo in una biblioteca quel libro? Nella sezione 'drammi' o in quella 'con lieto fine' “?

Se la Bibbia non contenesse quelle parole sarebbe il libro più triste del mondo: benedetto sia il Dio che ha spostato il suo libro dallo scaffale “drammi” a quello “lieto fine” per mezzo del sangue di suo figlio Gesù.
Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Affrontare la tempesta"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. Un megafono nella tempesta
2. Una piccola fede per affrontare la tempesta
3. Un grande amore per affrontare la tempesta 1° parte

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc - Tel. 347/9740488 - email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies