;

sabato, marzo 19, 2011

Come costruire il mio futuro con Dio | 19 Marzo 2011 |

Cosa vuoi costruire nella tua vita? Una torre per essere ricordato, o un rapporto col tuo Creatore? Il secondo patto della Bibbia ci parla proprio di uomini che vogliono costruire una torre per acquistarsi fama, ma che, ancora una volta, perdono contatto con realtà e con l'unico modo possibile per avere fama nel mondo: avere un rapporto intimo con Dio.
---
La settimana scorsa avevamo visto come l'uomo avesse stracciato il primo patto di Dio con lui.

  • Cacciata dall'Eden. Corruzione globale.
  • Dio decide di “riazzerare” tutto, partendo dall'unico che “aveva trovato grazia agli occhi del Signore” (Genesi 6:8) = Noè
  • Diluvio. E' come una seconda creazione

2° patto di Dio con l'uomo

  • Dio decide di stipularlo in modo unilaterale
"Quanto a me, ecco, stabilisco il mio patto con voi, con i vostri discendenti dopo di voi e con tutti gli esseri viventi che sono con voi: uccelli, bestiame e tutti gli animali della terra con voi; da tutti quelli che sono usciti dall'arca, a tutti gli animali della terra”. (Genesi 9:9-10 )

Così come nella Creazione, Dio aveva deciso di creare l'uomo a sua immagine e somiglianza, qui Dio decide di stabilire un nuovo patto in modo unilaterale.

  • Dio stabilisce un ruolo per l'uomo
“Avranno timore e spavento di voi tutti gli animali della terra e tutti gli uccelli del cielo. Essi sono dati in vostro potere con tutto ciò che striscia sulla terra e con tutti i pesci del mare. Tutto ciò che si muove e ha vita vi servirà di cibo; io vi do tutto questo, come l'erba verde” (Genesi 9:1b.3)

Così come nella Creazione Dio aveva stabilito che l'uomo fosse il “giardiniere” del mondo, qui Dio stabilisce la “gerarchia” della creazione . Questo è necessario perché Dio aveva originariamente creato gli animali per vivere in pace tra loro ed assieme all'uomo. La disobbedienza ed il peccato dell'uomo hanno danneggiato la creazione che ora non è più amica, ma ostile.

“Ad Adamo disse: "Poiché hai dato ascolto alla voce di tua moglie e hai mangiato del frutto dall'albero circa il quale io ti avevo ordinato di non mangiarne, il suolo sarà maledetto per causa tua; ne mangerai il frutto con affanno, tutti i giorni della tua vita. Esso ti produrrà spine e rovi, e tu mangerai l'erba dei campi” (Genesi 3:17-18)

L'uomo ne sarà dominatore

  • Dio fissa una regola da rispettare:
"Poi DIO benedisse Noè e i suoi figli, e disse loro: «Siate fruttiferi, moltiplicate e riempite la terra. ( Genesi 9:1 ND)

“Voi dunque siate fruttiferi e moltiplicatevi; crescete grandemente sulla terra e moltiplicate in essa " (Genesi 9:7 ND)

Il comandamento è chiaro: la terra è vuota, tutti gli esseri viventi, compresi gli uomini, sono morti. C'è necessità di ripopolare tutto il pianeta. Dio “firma” il patto con l'arcobaleno.

“Io pongo il mio arco nella nuvola e servirà di segno del patto fra me e la terra. ... io mi ricorderò del mio patto fra me e voi e ogni essere vivente di ogni specie, e le acque non diventeranno più un diluvio per distruggere ogni essere vivente.” (Genesi 9:13-15)


3 caratteristiche del nuovo patto di Dio con l'uomo

  • contiene una benedizione
  • contiene un comandamento
  • contiene un avvertimento

1. Dio ti benedice affinché tu porti frutto

"Poi DIO benedisse Noè e i suoi figli, e disse loro: «Siate fruttiferi, moltiplicate e riempite la terra... io vi do tutte queste cose”.( Genesi 9:1, 3 ND)

La benedizione di Dio non è fine a se stessa, ma è in funzione di un compito specifico: “Tu stesso diventerai benedizione agli altri”. Questo significa “portare frutto”

“perché camminiate in modo degno del Signore per piacergli in ogni cosa, portando frutto in ogni opera buona e crescendo nella conoscenza di Dio”. (Colossesi 1:10)

“Portare frutto” significa conoscere sempre più Dio e adoperarsi nelle opere buone:

“infatti siamo opera sua, essendo stati creati in Cristo Gesù per fare le opere buone, che Dio ha precedentemente preparate affinché le pratichiamo.” (Efesini 2:10)

Come posso camminare in modo degno del Signore? Aggrappati alla Parola di Dio!

“Questo è il significato della parabola: il seme è il messaggio di Dio....Il seme caduto nel terreno fertile, invece, rappresenta la gente dal cuore buono e onesto. Queste persone ascoltano la Parola di Dio, vi si aggrappano e con la loro perseveranza portano frutto". (Luca 8:11, 15)

Studiala, memorizzala, METTILA IN PRATICA! Dio ti dice: “Domina tutto il creato “io ti do tutto questo” no per il tuo solo piacere, ma affinché tu porti frutto.

Sta Dio benedicendo la tua vita? Se si, stai portando frutto a colui che ti benedice? Stai studiando le “istruzioni per l'uso” in maniera costante ed assidua? Ma soprattutto, le stai mettendo in pratica?

Se no, cos'è che ti sta impedendo di portare frutto? Qualcosa dal tuo passato che non riesci a lasciare? Un comportamento attuale non conforme alle sue istruzioni (si chiama PECCATO!)? Una preoccupazione per il futuro che ti frena? Ricorda che Dio vuole BENE-DIRE di te e della tua vita. E per poter essere benedetto è necessario afferrare la seconda caratteristica del patto.

2. Dio vuole che tu sia suo testimone su questa terra

"riempite la terra." ( 9:1b)
“spandetevi sulla terra e moltiplicatevi in essa" (9:7b)


Tu sei il mezzo tramite cui la terra può conoscere Dio. Tu sei la sua voce per confortare, le sue mani per aiutare chi è nel bisogno, la sua banca per finanziare la ricostruzione di una città terremotata..

“mi sarete testimoni in Gerusalemme, e in tutta la Giudea e Samaria, e fino all'estremità della terra". (Atti 1:8b)

SE hai conosciuto Dio, sai quale amore ha per te, sai quale differenza ha fatto nella tua vita
Dio ti chiede di riempire la terra con la testimonianza di tutto ciò.

Che tipo di testimone sei? Un testimone “verace”, voglioso di contribuire alla verità, che offre prontamente la propria testimonianza? Oppure un testimone “reticente” (i testimoni reticenti nella legge italiana vengono puniti in quanto nascondono la verità)? Sappi che tu puoi essere un testimone “chiave” nella vita delle persone che incontri.

Per poter essere un testimone “verace” devi cogliere la terza caratteristica del patto.

3 Attento a ciò che il tuo cuore concepisce
"Io non maledirò più la terra a motivo dell'uomo, poiché il cuore dell'uomo concepisce disegni malvagi fin dall'adolescenza; non colpirò più ogni essere vivente come ho fatto. Finché la terra durerà, semina e raccolta, freddo e caldo, estate e inverno, giorno e notte, non cesseranno mai". (Genesi 8:21-22)

La terra è stata maledetta a causa delle trasgressioni umane; da ora in avanti, la terra non pagherà più per gli errori dell'uomo. Solo l'uomo pagherà per i suoi errori.

Ma ciò che esce dalla bocca viene dal cuore, ed è quello che contamina l'uomo. Poiché dal cuore vengono pensieri malvagi, omicidi, adultèri, fornicazioni, furti, false testimonianze, diffamazioni.”(Matteo 15:18-19)

Dio ti dice: attento a quello che hai nel cuore, domina il tuo cuore. Se non lo fai, ci saranno conseguenze per te.

Cosa sgorga dal tuo cuore? Fiumi d'acqua viva (“Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, fiumi d'acqua viva sgorgheranno dal suo seno". Giovanni 7:38), oppure una “fogna a cielo aperto”? Per essere benedetto da Dio, per essere testimone verace di Dio, veglia sulla qualità dell'acqua che esce dal tuo cuore (quello che vedi, quello che pensi, quello ce dici, quello che fai).

La rottura del patto: la Torre di Babele

“Tutta la terra parlava la stessa lingua e usava le stesse parole. Dirigendosi verso l'Oriente, gli uomini capitarono in una pianura nel paese di Scinear, e là si stanziarono. Si dissero l'un l'altro: "Venite, facciamo dei mattoni cotti con il fuoco!" Essi adoperarono mattoni anziché pietre, e bitume invece di calce. Poi dissero: "Venite, costruiamoci una città e una torre la cui cima giunga fino al cielo; acquistiamoci fama, affinché non siamo dispersi sulla faccia di tutta la terra". Il SIGNORE discese per vedere la città e la torre che i figli degli uomini costruivano. Il SIGNORE disse: "Ecco, essi sono un solo popolo e hanno tutti una lingua sola; questo è il principio del loro lavoro; ora nulla impedirà loro di condurre a termine ciò che intendono fare. Scendiamo dunque e confondiamo il loro linguaggio, perché l'uno non capisca la lingua dell'altro!" Così il SIGNORE li disperse di là su tutta la faccia della terra ed essi cessarono di costruire la città. Perciò a questa fu dato il nome di Babel, perché là il SIGNORE confuse la lingua di tutta la terra e di là li disperse su tutta la faccia della terra”. (Genesi 11:1-9)
Nota storica: Gli Assiri erano soliti costruire delle torri chiamate “ziqqurat”. Erano torri alte fino a 90 metri; I sacerdoti assiri tenevano i culti alle divinità sulla sommita di esse. Nella stanza di culto sulla sommità erano spesso riportati costellazioni e mappe astrologiche

Che cos'è che non ha funzionato.

Dio aveva comandato di riempire tutta la terra: cosa avevano fatto gli uomini?

  • arrivano in una pianura
  • pensano “ Ma che bella!”. Chi ce lo fa fare a continuare?
  • Si fermano: dopo un po' cominciano a pensare “Dobbiamo provvedere a noi stessi: siamo qui, in questa pianura, allo scoperto, e questo non va bene. Costruiamo dei mattoni cotti per farci dei ripari”.
Fino ad allora avevano usato pietre oppure mattoni essiccati al sole, avevano utilizzato cioè materiali che Dio aveva loro provveduto, affidandosi a Lui invece che alle proprie forze. Inizia ad insinuarsi il “tarlo” che Dio non è abbastanza buono per loro, che debbono provvedere da loro stessi.

Vi ricordate la “bugia” di satana ad Eva? “Come? Non puoi mangiare niente ? Ma sei sicura che Dio è buono? Ma sei sicura che non sia meglio fare di testa tua?”

La strategia di satana è sempre la solita:

# mettere in dubbio che Dio ci vuole davvero bene
# smentire e capovolgerle le benedizioni, i comandamenti o gli avvertimenti di Dio.
# fornire una benedizione "alternativa
  • Vedono che i mattoni gli riescono bene: “perché non costruirci una città, allora? Così possiamo stare tutti assieme e proteggerci! Anzi, facciamoci anche una torre altissima che arrivi al cielo, che tutti la vedano e dicano quanti siamo bravi a costruire. Diventeremo forti, diventeremo potenti, nessuno ci potrà disperdere...”

Le 3 “asole” che satana usa per legarci

1. Tutti vogliono sentirsi bene
2. Tutti vogliono avere beni (fisici, cose)
3. Tutti vogliono essere invidiati

1. capitarono in una pianura ...e là si stanziarono.
  • desiderio della carne = la tentazione di “sentire”” = tutto ciò che ci fa sentire “bene”
2. costruiamoci una città e una torre la cui cima giunga fino al cielo
  • desiderio degli occhi = desiderio di “avere” = tutto ciò che ci piace e vorremmo per noi
3. acquistiamoci fama, affinché non siamo dispersi sulla faccia di tutta la terra
  • desiderio dell'orgoglio = desiderio di “essere” = tutto ciò che ci fa sentire al di sopra degli altri.
Ancora una volta l'uomo ha “osservato” il peccato, il venire meno al patto con Dio. E ancora una volta guarda” la sua tentazione, la valuta, ed alla fine ne è attratto, e cade.

3 lezioni per noi dalla Torre di Babele

1. Combatti il desiderio di fermarti

La vita cristiana non è uno sprint, ma una maratona; non si vince se si è più veloci, ma se si arriva.

“Perciò, io corro dritto al traguardo, mettendocela tutta; lotto come un pugile che vuol vincere, e non tiro colpi a vuoto. Mi sottopongo a dei sacrifici, come un atleta, e tengo il mio corpo a disciplina, per paura di essere squalificato e ripreso, proprio io che ho predicato agli altri! “(1 Corinzi 9:26-27 PV)

Essere discepoli di Gesù richiede impegno costante. Nella tua vita ci saranno tante salite. Sarai tentato di fermarti a riposare nella pianura che c'è dopo la salita. Puoi farlo, ma ricorda che la pianura non è la tua meta. Evita di costruire la tua casa spirituale nella valle.

“Non che io abbia già ottenuto il premio, o abbia raggiunto la perfezione, ma continuo la mia corsa per afferrarlo, perché anch'io sono stato afferrato da Cristo. No, cari fratelli, non credo d'averlo già conquistato, ma due cose faccio: dimentico il passato e mi lancio verso ciò che mi aspetta, correndo verso il traguardo per ricevere il premio celeste a cui Dio ci ha chiamati per mezzo di Gesù Cristo. .”(Filippesi 3:12-14 PV)

2. Ricordati che è Dio a provvedere per te

Davanti ai problemi che recano le salite nella vita, la tentazione è sempre quella di provare a fare da soli. E' giusto agire, ma a Dio spetta la guida

“Affida al SIGNORE le tue opere, e i tuoi progetti avranno successo.” (Proverbi 16: 3)

Cosa significa “affidare al Signore” le mie opere?

“Cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno date in più.” (Matteo 6:33)

3. Acquista fama davanti a Dio, non davanti agli uomini

La natura umana è quella di “costruire torri” per essere più visibili. Desideriamo essere “famosi”, essere sulla bocca di tutti, essere invidiati.

“Fui circonciso ad otto giorni, Israelita di nascita, della tribù di Beniamino, riguardo al mio rispetto per la legge ero Fariseo. Per quanto riguarda lo zelo, ho addirittura perseguitato la chiesa! Inoltre, ho osservato la legge in modo irreprensibile. Ma tutte queste cose, che per me erano di grande valore, in confronto a Cristo sono una perdita. Anzi, considero qualsiasi altra cosa una perdita, a paragone del vantaggio immenso di conoscere Gesù Cristo, il mio Signore. Ho perso tutto per lui, ma considero queste cose tanta spazzatura fino a guadagnare Cristo e stare con lui. “ (Filippesi 3:5-8 PV)

Non è peccato diventare “famosi”, né emanciparsi dalla propria condizione. Ma lo diventa allorquando lo viviamo come il fine ultimo delle nostre vite. Gesù ha detto:

“ma fatevi tesori in cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove i ladri non scassinano né rubano.”(Matteo 6:20)

La fama, la prosperità, la ricchezza sono temporanei: Salomone dici così in Ecclesiaste:

"Io ho riconosciuto che non c'è nulla di meglio per loro del rallegrarsi e del procurarsi del benessere durante la loro vita, ma che se uno mangia, beve e gode del benessere in mezzo a tutto il suo lavoro, è un dono di Dio. " (Ecclesiaste 3:12-13)

C'è una torre nel tuo giardino?

Nella vita cristiana c'è spesso la voglia di “fermarsi” e costruire una torre. Quando cerco di fare da solo, quando penso di poter affrontare la salita contando sulle mie forze, sto iniziando a porre le basi della mia torre personale. Quando cerco di ruotare i riflettori su di me, quando voglio il mio nome sulle prime pagine del quotidiano, sto innalzando la mia torre.

Quale nome ha la tua torre? Si chiama “famiglia”, o “lavoro”, o “ricchezza”, o “fama”? Vuoi che gli atri vedano, ed invidino quello che stai costruendo? Quella è la tua torre. Quella è la sfida che stai affrontando senza Dio.

Dio vuole essere la tua torre. Dio vuole che tu giunga a confessare questo nel tuo cuore:

“Io dico al SIGNORE: "Tu sei il mio rifugio e la mia fortezza, il mio Dio, in cui confido!" (Salmo 91:2)

Fallo prima che puoi! Prima che Dio decida di scendere e operare per il tuo bene e ricordarti di costruire su di lui, non su te stesso!

Così il SIGNORE li disperse di là su tutta la faccia della terra ed essi cessarono di costruire la città. (Genesi 11:8)

Conclusione

Nonostante a Babel l'uomo stracci il secondo patto che Dio aveva sottoscritto con lui, Dio non smette di inseguire il cuore della sua creatura. Arriverà un uomo di nome Gesù, che firmerà un patto eterno e indissolubile.

E' in quel patto che Gesù ha firmato per me e per te che riposa la nostra salvezza., se lo accetti.

Non aspettare oltre! Ascolta quello che dice Dio oggi per te!

“Ascoltate la mia voce; sarò il vostro Dio e voi sarete il mio popolo; camminate in tutte le vie che io vi prescrivo affinché siate felici. (Geremia 7:23)
Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Chi sono in Cristo"

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc Tel: 324/8374950 WhatsApp: 347/9740488 email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies