PER ASCOLTARE L'AUDIO DEI MESSAGGI CLICCA SUI LORO TITOLI

29 agosto 2022

L'ira, la grazia, la lode: Salmo 30 | 28 Agosto 2022 |

Come reagisci ai momenti bui della tua vita? E cosa puoi apprendere da essi. Spesso i  fallimenti più amari  sono la scuola per i suoi successi più grandi, i momenti di solitudine e di abbandono  quelli forgiato di più,  per arrivare a  capire che senza Dio la prosperità è ben poca cosa.
---
CLICCA SUL TITOLO PER ASCOLTARE IL MESSAGGIO
Tempo di lettura: 10 minuti 
Tempo di ascolto audio/visione video: 21 minuti

Molti hanno descritto la vita come un luna park; pieno di giochi e di attrazioni, alcuni emozionanti, altri rilassanti, altri paurosi. L'emozione delle montagne russe, o il rilassamento della ruota panoramica, o la paura del tunnel degli orrori.

Ma, alla fine, il luna park è solo un gioco, e le emozioni, belle o brutte, durano l'arco di un pomeriggio, dopo di che si torna a casa, e tutto riprende come prima.

La vita vera, invece, è un luna park dove ogni emozione è vera e spesso eccitazione, rilassamento o paura non vanno via in un pomeriggio ma restano per molto.

Non sempre facciamo vedere agli altri cosa sta succedendo dentro di noi;  ci sono momenti di frustrazione, di rabbia per l'ingiustizia,  di dubbio, di depressione spirituale, di dolore. Ci sono momenti di euforica gioia, di pace che non trova parole.

Non sempre, anzi, quasi mai, li facciamo vedere fuori;  talvolta lo facciamo con le persone più intime un familiare, un amico o un'amica, talvolta, ma non sempre, con Dio.

Nella Bibbia invece, troviamo spessissimo scritti di persone che scrivono e condividono con Dio,  e perciò con noi, le loro emozioni più profonde, specialmente nei Salmi.

Molti sono scritti da Davide, il 2° re d'Israele, la cui vita è stata molto simile alle montagne russe di un luna park, con alti e bassi a non finire;  da pastore a guerriero, da cantante a re, da uomo di lode ad assassino.

Nei suoi salmi troviamo una gamma incredibile di esperienze:  la gioia, la rabbia, la paura, la fiducia, la riconoscenza, la confusione, il pentimento. Il salmo 30 è un salmo di lode per una di queste esperienze.

1 Io ti esalto, o SIGNORE, perché m'hai portato in alto e non hai permesso che i miei nemici si rallegrassero di me. 2  O SIGNORE, Dio mio, io ho gridato a te e tu m'hai guarito. 3  O SIGNORE, tu hai fatto risalir l'anima mia dal soggiorno dei morti, tu m'hai ridato la vita perché io non scendessi nella tomba. 4  Salmeggiate al SIGNORE, voi suoi fedeli, celebrate la sua santità. 5  Poiché l'ira sua è solo per un momento, ma la sua benevolenza è per tutta una vita. La sera ci accompagna il pianto; ma la mattina viene la gioia. 6 Quanto a me, nella mia prosperità, dicevo: «Non sarò mai smosso». 7  O SIGNORE, per la tua benevolenza avevi reso forte il mio monte; tu nascondesti il tuo volto, e io rimasi smarrito. 8  Ho gridato a te, o SIGNORE; ho supplicato il SIGNORE dicendo: 9  «Che profitto avrai dal mio sangue s'io scendo nella tomba? Potrebbe la polvere celebrarti, predicare la tua verità?» 10  Ascolta, o SIGNORE, e abbi pietà di me; o SIGNORE, sii tu il mio aiuto! 11  Tu hai mutato il mio dolore in danza; hai sciolto il mio cilicio e mi hai rivestito di gioia, 12  perché io possa salmeggiare a te, senza mai tacere. O SIGNORE, Dio mio, io ti celebrerò per sempre. (Salmo 30:1-12)

Come in una montagna russa l'esperienza di Davide è stata quella di essere stato in basso ed portato in alto   prima in preda ai nemici e poi salvato da essi in balìa dei nemici (vers. 1),  poi malato (vers. 2),  e persino quasi morto (vers.3)

Se sei stato, se sei stata anche tu su una montagna russa simile a quella di Davide (e chi non lo è stato?) forse possono ritornarti utili le cose che Davide ha scoperto su Dio nel frattempo che si teneva saldo al seggiolino del suo cart sulla montagna russa della vita.

1° lezione - La realtà dell'ira di Dio

"Poiché l'ira sua è solo per un momento, ma la sua benevolenza è per tutta una vita. La sera ci accompagna il pianto; ma la mattina viene la gioia." (v. 5)

Abbiamo spesso difficoltà a parlare dell'ira di Dio; è un attributo scomodo che spesso vogliamo escludere, portati come siamo a parlare solo della bontà di Dio verso noi, ma… E' possibile che Dio possa essere irato verso di te?

Perché, vedi, l'ira di Dio non si applica solo ai suoi nemici o ai nemici dei suoi figli, ma anche a chi crede in lui, ai credenti. Sappiamo di essere nella grazia, sappiamo che Cristo a espiato i nostri peccati sappiamo di essere scritti nel libro della vita... però capita!

Davide, di cui Dio diceva essere “un uomo secondo il suo cuore” (1 Sam. 13:14)  la sperimentò, e ne parla spesso, ma dice anche che “è solo per un momento”: non è un “cartellino rosso”, e neppure un un giallo. E' l’arbitro che chiama il giocatore e ci parla:  quando si comporta male e fuori dalle regole.

Ed è limitata ad un brevissimo spazio di tempo; una notte appena, dice Davide,  si piange la sera e si ride la mattina seguente.

Sei nella sera del pianto? Credi in lui ma tutto sembra buio intorno? Forse non lo è, ma potrebbe essere quell'invito bonario dell'arbitro, che ti richiama a giocare bene.

Non ti scandalizzare e non la prendere male, anche se Dio sa che lo ami capita di deviare, Davide lo fece più volte: fu adultero, fu omicida, si ritirò dal combattere per il Signore.

Cosa puoi fare tu per diventare oggetto di questa ira disciplinatoria di Dio?  Non andare in battaglia  quando sai che dovresti stare là, a fianco dei tuoi soldati.  Affacciarti alla finestra dove sai che ci sarà Batseeba  che fa il bagno nuda per farsi vedere da te. Insomma fare quello che sei di non dover fare, o non fare quello che sai di dover fare.

2° lezione - Il laccio della prosperità 

"Quanto a me, nella mia prosperità, dicevo: «Non sarò mai smosso».  O SIGNORE, per la tua benevolenza avevi reso forte il mio monte; tu nascondesti il tuo volto, e io rimasi smarrito." (v. 6-7)

Se leggi sulla tua Bibbia il Salmo 30 vedrai che, prima dei versetti è scritto “Per  l'inaugurazione della casa", ovvero del Tempio.  Davide ora  ha conquistato Gerusalemme  e  ha costruito un luogo dove adorare Dio. Si ferma, e guarda indietro.

Potrebbe vantarsi, fare il supereroe... ma non lo fa. Invece, riflette: “Come sono stato capace di fare tutto ciò?” E gli sovvengono non solo i momenti belli del cammino, ma anche quelli brutti.

Lo fai ogni tanto? Consideri il cammino della tua vita fino ad adesso  per scoprire i momenti dove sei stato aiutato dal Signore  e i momenti dove sei fuggito lontano da Lui,  e i momenti in cui il Signore ti ha ammonito per richiamarti a se? Davide aveva vissuto la prosperità:  la sconfitta di Golia,  la figlia del re come sposa, gli eserciti che cantavano  "Saul 1000, Davide 10,000!", l'amicizia con Gionatan... Tutto andava a gonfie vele... 

E' allora che disse  "Non sarò mai smosso" . Anche io, anche tu forse, di fronte a periodi dove tutto è perfetto lo pensiamo e lo diciamo agli altri. E diamo per scontata, come ha fatto Davide, la benevolenza di Dio. Smettiamo di lavorarci sopra per meritarla, smettiamo di crescere nella fede, ci sediamo, e attendiamo che la benevolenza di Dio ci piova addosso.

Attenzione, non voglio dirti che devo “meritare” la grazia ( o benevolenza); è sempre grazia, è sempre un favore, è sempre immeritata. Ma cercare il volto di Dio, quello si; fare il suo volere,  seguirlo, renderlo presente nelle mie azioni.

E invece crediamo che sia merito nostro, che possiamo fare a meno di cercare il volto di Dio... e lui lo nasconde a noi, così che, quando le cose volgono dal bene al male e noi allora lo cerchiamo, non lo troviamo... e rimaniamo smarriti: “Dio, dove sei?”.

Lo smarrimento di Davide durò 4-5 anni;  fu cacciato dal palazzo e visse come fuggiasco, cacciato come un criminale e in pericolo costante di vita. Dio era ancora presente, gli parlava ma  Davide non era più forte; la prosperità non c'era più.

Sei mai stato smarrito o smarrita? Vuoi piacere a Dio ma ti trovi in un deserto?  Sai che sei chiamato o chiamata a fare il re o la regina, ma ti ritrovi fuggiasco, fuggiasca e riesci appena a sopravvivere?  Se non ti è già successo potrebbe succederti. Se succedesse, fai attenzione a non sostituire Dio con “altro” per sentirti forte: denaro, sesso, carriera, affetti famiglia;  cose precarie e momentanee.  

Quasi sempre la natura del problema è dentro di noi:  Dio lo vuole correggere e a volte impiega degli anni per farlo. La peggiore cosa che possiamo fare, è fuggire al suo insegnamento.

Davide si volge indietro, e capisce che quei momenti di solitudine e di abbandono sono stati quelli che lo hanno forgiato di più, per arrivare là dove è ora, perché gli hanno fatto capire che senza Dio la prosperità è ben poca cosa.

3° lezione - Il bisogno di gridare e supplicare

"Ho gridato a te, o SIGNORE; ho supplicato il SIGNORE dicendo:  «Che profitto avrai dal mio sangue s'io scendo nella tomba? Potrebbe la polvere celebrarti, predicare la tua verità?»  Ascolta, o SIGNORE, e abbi pietà di me; o SIGNORE, sii tu il mio aiuto!  Tu hai mutato il mio dolore in danza; hai sciolto il mio cilicio e mi hai rivestito di gioia,   perché io possa salmeggiare a te, senza mai tacere. O SIGNORE, Dio mio, io ti celebrerò per sempre."(vv. 8-12)

Dopo questa amara lezione, Davide ha imparato Cambia la sua fiducia;  finalmente ha capito: “E tutto per grazia, e non posso vantarmi di nulla!” Smette di credere in se stesso, di dire  "mai smosso",

e ritorna a gridare a Dio, a supplicare a Dio. A non voler essere indipendente, ma dipendente da Dio.

 Quando dice "Io non sarò mai smosso" tutto  ruota attorno a lui,  ma al  v. 9  dice " profitto per Te, celebrarTi, la Tua verità,” al  v 12 “ salmeggiare a Te”  tutto ruota intorno a Dio.

E Davide capisce che suoi  fallimenti più amari  sono stati la scuola per i suoi successi più grandi; per me e per te, la scuola è la stessa,  come pure la lezione da apprendere.

Una ricerca scientifica, pubblicata sul Journal of Cognitive Neuroscience  dimostra che impariamo più dagli errori che dai successi;  e il danese Niels Bohr, premio Nobel per la fisica,  affermò che “...un esperto è qualcuno che ha commesso tutti gli errori che si possono compiere in un campo molto ristretto.”

Le lezioni, soprattutto quelle dure, furono una delle chiavi per il successo futuro della vita di Davide. Mosè passò 40 anni nel deserto per capire  che senza Dio non poteva fare alcunché, ma gli servirono per liberare un popolo e divenire il padre di una nazione.

Charles Colson  una delle menti del più grande scandalo di spionaggio politico in America  ha detto :  "Il punto di forza della mia vita è stato il mio più grande fallimento - sono un ex carcerato per lo scandalo Watergate.  La mia più grande umiliazione, l'essere mandato in carcere, fu l'inizio del più grande servizio per Dio che avevo mai intrapreso.  Egli ha scelto per la Sua gloria l'unica esperienza nella quale non c'era gloria per me.”

Conclusione

Per coloro che hanno conosciuto Cristo l'ira di Dio non è che per un momento,  è  un richiamo, un'incoraggiamento a cercarlo e a coinvolgerlo nella sua vita. E' Cristo che ti serve perché non sia un cartellino rosso. Aggrappati a lui:   riconosci che per la Sua benevolenza ti vuole salvare... ma tu devi gridare!

Per coloro che vivono nella prosperità oggi;  ringrazia Dio ogni mattino perché è lui che manda la gioia e la grazia  per rendere forte il tuo monte.

Per coloro che hanno smarrito il senso della vita; è giunto il momento di gridare,  di cambiare atteggiamento  e di avere fiducia in colui che è onnipotente.

E se a  qualcuno il Signore ha mutato il dolore in danza,  e il cilicio del deserto  è stato tolto  è questo il momento di servire Lui,  di  salmeggiare  e di non tacere.

Preghiamo.

GUARDA LE DIAPOSITIVE DEL MESSAGGIO

GUARDA IL MESSAGGIO IN BASSA RISOLUZIONE SU FACEBOOK

GUARDA IL MESSAGGIO IN BASSA RISOLUZIONE SU INSTAGRAM

---

 GUARDA IL VIDEO DEL MESSAGGIO IN HD 





Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "...e non impareranno più la guerra..."

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa.


1. E non impareranno più la guerra...
2. Sono questi gli ultimi tempi?
3. Aiutare con ciò che posso

In evidenza: "Libertà!!! Liberi dal fare, liberi di fare""

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa.


1. Liberi in Gesù da...

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, 10/12 | Tel: +39 3515163510 | WhatsApp: 3515163510 | email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies