;

venerdì, aprile 10, 2020

Se non ci fosse stato quel Venerdì Santo... | 10 Aprile 2020 |

Cosa sarebbe accaduto se quel famoso venerdì che tutto il mondo cristiano e non solo ricorda, Gesù avesse scampato miracolosamente alla morte? Quale impatto avrebbe avuto sulla vita del mondo, sulla tua e sulla mia?
---
CLICCA SUL TITOLO PER ASCOLTARE IL MESSAGGIO
Tempo di lettura: 7 minuti 
Tempo di ascolto audio/visione video: 11 min.


E se quel venerdì non fosse mai arrivato? E se quel venerdì, in qualche maniera miracolosa, Gesù avesse scampato la morte, avesse attraversato indenne la croce, cosa sarebbe successo?

Leggiamo assieme Matteo 27:

"50 E Gesù, avendo di nuovo gridato con gran voce, rese lo spirito. 51 Ed ecco, la cortina del tempio si squarciò in due, da cima a fondo, la terra tremò, le rocce si schiantarono, 52 le tombe si aprirono e molti corpi dei santi, che dormivano, risuscitarono; 53 e, usciti dai sepolcri dopo la risurrezione di lui, entrarono nella città santa e apparvero a molti. 54 Il centurione e quelli che con lui facevano la guardia a Gesù, visto il terremoto e le cose avvenute, furono presi da grande spavento e dissero: «Veramente costui era Figlio di Dio»."  (Matteo 27:50-54)



Se non ci fosse stato quel venerdì non sarebbe successo quello che viene detto al versetto 51: "... la cortina del tempio si squarciò in due, da cima a fondo...".  La cortina del tempio sarebbe rimasta sana e noi saremmo rimasti separati da Dio.

La cortina del tempio era la tenda spessissima che separava il luogo santissimo, il posto dove soltanto una volta all'anno entrava il sacerdote e dove Dio manifestava la sua presenza, che veniva riempito la presenza di Dio e dove era conservata l’Arca del Patto dove erano conservate le tavole con i Dieci Comandamenti dati a Mosè.

Se non ci fosse stato quel venerdì quel patto sarebbe rimasto per sempre nelle mani di un sacerdote che doveva fare sacrifici che doveva operare in nostra vece.

E invece no, quel venerdì (ringraziando Dio) è venuto, la cortina del tempio è lacerata in due, il tempio non ha più una porta d'ingresso perché l'unica porta d'ingresso è Gesù, e il suo sangue, e quella croce.

Se non ci fosse stato quel venerdì, per sempre saremmo stati separati della presenza di Dio; e invece Dio aveva proprio strutturato gli eventi perché ci fosse quel venerdì, perché quella morte violenta del suo figlio in croce potesse far sparire la separazione che c'era tra lui e noi.

Se non ci fosse stato quel venerdì non sarebbe successo quello che leggiamo al versetto 55 “... le tombe si aprirono e molti corpi dei santi che dormivano risuscitarono”.

Se non ci fosse stato non ci sarebbe stata la resurrezione; se non ci fosse stato quel venerdì una volta morti sarebbe finito tutto. E invece no, proprio quando è morto Gesù, Dio ha previsto delle resurrezioni come dimostrazione della potenza che stava per sprigionare quella croce, anticipando i tempi  e facendo rivivere alcune persone che avevano sperato in Gesù  come te e me. Per dimostrare la potenza che c'era in quella croce.

Se non ci fosse stato quel venerdì Santo non avremmo la resurrezione, e non avremmo la certezza di vivere in eterno assieme con Gesù se crediamo in lui.

 Se non ci fosse stato quel venerdì non sarebbe successo quello che è scritto al versetto 54: “... il centurione e quelli che con lui facevano la guardia a Gesù, visto il terremoto e le cose avvenute, furono presi da grande spavento e dissero ‘veramente costui è il figlio di Dio.’ “

Se non ci fosse stato quel venerdì le persone non avrebbero capito che quello realmente era il Figlio di Dio, che la potenza del prodigio di quella croce era dovuta alla potenza che Dio aveva messo in Gesù.


Leggiamo anche Atti:

"14 Ma Pietro, levatosi in piedi con gli undici, alzò la voce e parlò loro così: «Uomini di Giudea, e voi tutti che abitate in Gerusalemme, vi sia noto questo e ascoltate attentamente le mie parole. 15 Questi non sono ubriachi, come voi supponete, perché è soltanto la terza ora del giorno; 16 ma questo è quanto fu annunciato per mezzo del profeta Gioele: 17 Avverrà negli ultimi giorni”, dice Dio, “che io spanderò il mio Spirito sopra ogni persona; i vostri figli e le vostre figlie profetizzeranno, #i vostri giovani avranno delle visioni, e i vostri vecchi sogneranno dei sogni. 18 Anche sui miei servi e sulle mie serve, in quei giorni, spanderò il mio Spirito e profetizzeranno. 19 Farò prodigi su nel cielo e segni giù sulla terra, sangue e fuoco, e vapore di fumo. 20 Il sole sarà mutato in tenebre e la luna in sangue, prima che venga il grande e glorioso giorno del Signore. 21 E avverrà che chiunque avrà invocato il nome del Signore sarà salvato.” (Atti 2:14-21) 


Qui è Pietro che parla quando lo Spirito Santo è arrivato nei discepoli e li ha riempiti e cominciano a parlare in tutte quante le lingue e  tutti quanti li capiscono nella propria lingua madre.

Se non ci fosse stato quel venerdì, non sarebbe arrivato lo Spirito Santo,  quello spirito che aveva riempito Pietro e gli Apostoli, mandandoli ad evangelizzare tutte le persone in quella città;  e in quella stessa giornata più di tremila persone credettero al vangelo.

Gesù ha detto più di una volta “se non vado via io, se non vado via questo venerdì, non potrò mandarvi chi mi sostituisce, chi vi riempie, perché fisicamente io non posso riempirvi come uomo, ma posso riempirvi quando tornerò sotto forma di Spirito Santo, e che sarà disponibile a tutti quelli che credono in me.”.

Se non ci fosse stato quel venerdì non avremmo lo Spirito Santo, e se non avessimo lo Spirito Santo non potremmo proclamare il vangelo del Signore.

No so se avete fatto caso alla similitudine della situazione che c'è tra la morte di Gesù e gli ultimi tempi citati da Pietro; alla morte di Gesù il cielo si è oscurato la cortina del tempio si è è spaccata, ci sono stati terremoti e la terra è scesa nell'oscurità. 

Nel versetto 20 di atti 2 Pietro descrive una situazione simile; dice che “...il sole sarà mutato in tenebre e la luna di sangue prima che venga il grande e glorioso giorno del Signore.”.

Non aspettiamoci che le cose vadano meglio, non aspettiamoci che, improvvisamente, tutto quanto diventerà facile; quello che dice Pietro, qui ispirato dallo Spirito Santo,  è che le cose andranno di male in peggio,  è che noi sperimenteremo la stessa paura che avranno sperimentato le persone alla morte di Gesù; ma c'è in arrivo qualche cosa di più grande, che c'è un giorno che sarà grande, e sarà glorioso, dove  “... chiunque avrà invocato il nome del Signore sarà salvato.”.

Se non ci fosse stato quel venerdì noi non avremmo potuto invocare il nome del Signore,  se non ci fosse stato quel venerdì noi non avremmo potuto essere salvati tramite la croce.

Ma venerdì c'è stato, quel venerdì c'è stato, Gesù è realmente morto, è stato crocifisso ed è morto per noi... ma il terzo giorno è resuscitato per dare a noi la sua potenza sotto forma di Spirito Santo, e riempirci.

Che Dio sia benedetto  per il venerdì che ha mandato a noi per poter essere liberi, per poter veder risolti i problemi del nostro  peccare,  per poter entrare nel tempio senza avere più una cortina che ci separa dal Padre,  per poter accedere direttamente al Padre attraverso il Figlio.

“... e avverrà che chiunque avrà invocato il nome del Signore sarà salvato”.



Che Dio benedica il tuo Venerdì Santo.


---

GUARDA IL VIDEO DEL MESSAGGIO





Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Affrontare l'ansia della vita"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. Poggia la tua ansia su Gesù
2. Sconfiggi ogni giorno l'ansia della vita
3. Affida il timone a Dio

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc - Tel. 347/9740488 - email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies