;

domenica, marzo 08, 2020

Adorare è... leggere la mente del Padre | 8 Marzo 2020 |

Adorare è anche fare un viaggio nella Parola di Dio per essere trasformati per sempre.
---
CLICCA SUL TITOLO PER ASCOLTARE IL MESSAGGIO
Tempo di lettura: 11 min.
Tempo di ascolto audio/visione video: 33 min.

Una delle cose che mi piaceva da bambino, era andare al lago e fare la “ranocchia”.

Chi di voi sa cosa sia? La “ranocchia” è prendere un sasso piatto   farlo rimbalzare sulla superficie, per vedere quanti salti siamo capaci di fargli fare.

Nulla di male, se lo faccio al lago, anche adesso che ho 57 anni... Ma il problema è che la “ranocchia”  illustra bene la maniera di leggere la Bibbia  che avevo quando ho iniziato a seguire Gesù.

Cosa voglio dire con questo? Che ero “fiero di “quanto” leggevo, di quanti “salti” facevo fare al mio impegno di lettura sulla superficie della Parola di Dio...

Ma il problema è che “rimbalzavo” sopra di essa, senza mai andare in profondità, senza fermarmi, immergermi in essa, preso come ero a contare i capitoli della Bibbia letti.

Leggevo molto, ma la lettura sembrava non avere nessun impatto sulla mia vita. Leggevo,  e restavo come ero. Rimbalzavo sul pelo dell'acqua e la Parola di Dio neppure mi bagnava.

In una frase, continuavo ad essere lo stesso Marco anche se leggevo sei ore al giorno.

Era questa la volontà di Dio per me? Voleva che diventassi un lettore assiduo oppure voleva che io traessi dalla sua Parola qualcosa di diverso, di migliore?

Qualcosa che mi cambiasse che mi trasformasse... Paolo dice in Romani:

“Non adattatevi alla mentalità e alle usanze di questo mondo, ma lasciatevi trasformare mediante il rinnovamento della vostra mente” (Romani 12:2a PV)

In questo brano ci sono tre  parole “interessanti”: la prima è “adattatevi”. In greco è scritta “συσχηματίζω” “syschēmatizō” che significa “compararsi agli altri per essere uguali agli altri”

Il Signore sta dicendo qui che spesso noi ci “compariamo” con gli altri perché abbiamo voglia di essere uguali agli altri.

Vi suona familiare? Quanti di voi sono stati adolescenti negli anni settanta? Vi ricordate  i jeans “ a zampa d'elefante”? Quanti li hanno portati? Per sentirci “diversi”  ci vestivamo “tutti uguali”

L'altra parola interessate che usa Paolo è “siate trasformati”  in greco “μεταμορφόω”  “metamorphoō” composto da “meta”  = al di là, in seguito, dopo” e “morphoō” = forma, per cui “una forma dopo”,  “un'altra forma”.

L'ultima è “rinnovamento” in greco “ἀνακαίνωσις” “anakainōsis” composto sa “ana" = dentro” e "kainosis" = nuovo.

Vogliamo fare il solito gioco? Sostituiamo queste frasi nel versetto di Paolo e vediamo se ci dice qualcosa:

“Non comparatevi agli altri per essere uguali agli altri, alla mentalità e alle usanze di questo mondo, ma abbiate un'altra forma mediante un dentro nuovo della vostra mente” (Parafrasi Romani 12:2a PV)

Paolo ci dice:  “non vi guardate intorno per vedere come essere, ma pensate alla forma che avrete dopo attraverso il nuovo che avete dentro.".

Il bruco che sta nel bozzolo si gira intorno.. e cosa vede? Altri bruchi! Ma dentro il suo DNA c'è qualcosa che non lo fa restare bruco per sempre, ma gli da una forma nuova, quella di una farfalla.

Cosa c'entra tutto questo con l'adorazione?

Le volte scorse avevamo detto che adorare Dio è  affermare che Dio vale per me riallineare la mia vita sotto il trono di Dio offrirgli  tutto di me, anima e corpo

Pensare come pensa Dio

L'ultimo passo nell'adorazione che vi voglio far fare oggi è appunto mettere dentro noi quel quel “dentro nuovo” per avere “un'altra forma”:  pensare come pensa Dio.

Adorare Dio è ANCHE far si che i miei pensieri siano gli stessi di Dio.

Vi ho raccontato che da giovane leggevo molto ma non cambiavo affatto. Quale era il problema? Stavo leggendo a “ranocchia”, non andavo in profondità  e non riuscivo a capire  cosa pensasse realmente Dio

Leggi  in profondità, non in distanza

Io facevo il “salto in lungo” quando mi avrebbe giovato di più fare il “salto dentro” la Parola.

Cosa succede quando “salto dentro” quando mi immergo nella Parola?

Questo è un bicchiere di acqua. E tra l'altro non è nemmeno di acqua bollente,  perché spesso, quando leggiamo la Bibbia,  arriviamo che non siamo molto “bollenti” per farlo.

Questa è una bustina di the. Cosa accade quando immergo la bustina una sola volta? Assolutamente niente! Ma se lascio la bustina per 10:15 minuti,  l'acqua assumerà il colore, il sapore e il profumo del the.
(immergi la bustina di the nell'acqua )

L'acqua rappresenta la nostra anima e la busta di the è la Bibbia: per essere trasformato da quello che sono (acqua) in quello che Dio vuole divenga (the), devo “immergere” la Sua Parola dentro di me.

Come faccio?

Viaggiare nella Parola

Devo “viaggiare nella Parola di Dio”. Una delle cose che mi piaceva di più da ragazzo  era di prendere la mia 500,  mettere su una cassetta che mi piaceva,  e fare delle lunghe passeggiate.

Mi piaceva andare lontano da casa,  per vedere nuovi posti che erano differenti  da quelli dove vivevo ogni giorno, fermarmi per vedere un bel panorama,  fare una foto,  spedire una cartolina,  e poi si tornava a casa.

Quando viaggio nella Parola di Dio faccio più o meno le stesse cose che facevo viaggiando con la mia 500!

Sei passi per viaggiare nella Bibbia

1) Fai il pieno

Per andare lontano, dovevo avere il pieno nella mia 500: è la stessa cosa che accade leggendo la Bibbia:

Paolo dice questo:

“E nessuno può conoscere i pensieri di Dio, eccetto lo Spirito che viene da Dio. Ora, il Signore ci ha dato il suo Spirito, che non è lo spirito del mondo, per farci conoscere i doni meravigliosi e gratuiti che egli ci ha dato...Ma l’uomo che non è cristiano non può capire, né accettare le verità che lo Spirito Santo rivela; gli sembrano una pazzia e non le può capire, perché soltanto chi ha lo Spirito Santo dentro di sé può comprendere ciò che lo Spirito intende. Noi cristiani, invece, abbiamo la mente di Cristo.” ( 1 Corinzi 2: 11b-12, 14, 16b PV)

Paolo dice: ”Fai il pieno! Riempiti di Spirito Santo per capire ciò che leggi!” Come? Semplicemente... chiedi! “Signore, lo so che senza l'aiuto dello Spirito Santo, tutto quello che leggerò sarà difficile da capire Allora, puoi farmi un pieno di Spirito Santo così da avere orecchie per sentire quello che tu hai da dirmi per la mia vita di oggi?”

2) Scegli il tuo percorso

Quando viaggiavo,  qualche volta mi piaceva  fare strade  che conoscevo bene e che mi piacevano molto.

Altre volte invece mi piaceva  esplorare nuove strade,  strade dove non ero mai passato.

Cosa significa questo parlando della Bibbia? Che alcune volte leggerai passi che conosci a memoria e godrai le curve che già conosci, ti farà piacere vedere di nuovo quei panorami.

Altre volte, invece, leggerai passi completamente nuovi, altre curve e altri panorami.

La differenza tra il leggere e il leggere la Parola di Dio sta nel fatto che Dio ti parlerà  sia che siano curve e panorami già conosciuti, sia che siano completamente nuovi Paolo dice:

“Tutto ciò che è scritto nella Bibbia è stato ispirato da Dio e serve ad insegnarci la verità, ci convince, ci corregge e ci aiuta a fare ciò che è giusto. In questo modo il credente viene perfezionato e preparato a fare opere buone. (2 Timoteo 3:16-17)

Una sola accortezza: quando hai scelto un percorso, finiscilo! Non tornare indietro! Termina la strada!

3) Rallenta e goditi il panorama

Le strade che mi piacevano di più,  erano le strade con le curve,  perché mi obbligavano ad andare più piano, e così potevo gustare meglio  ciò che vedevo fuori dal finestrino.

Leggere velocemente la Bibbia è come andare in autostrada: non vedi nulla, e ti fermi all'autogrill solo per andare alla toilette!

Rallenta, invece, fatti qualche domanda: “Cosa succede negli altri versetti del libro?  Cosa mi dice questo passo del carattere di Dio?  Cos'è che non ho mai visto nella Bibbia e che invece vedo ora?”

Ricordati che quando leggi la Bibbia  sei alla presenza di Tuo Padre! E lui non ha fretta!

4) Fermati in un punto panoramico

Quando trovavo un luogo veramente bello,  magari indicato da una freccia con su scritto “belvedere”,  allora parcheggiavo la macchina,  prendevo la mia macchina fotografica,  e scendevo per apprezzarlo più da vicino.

Vedrai che leggendo la Bibbia accadrà lo stesso. Alcune volte ti sembrerà che Dio sia dietro di te ti batta sulla spalla dicendo:  “Fai attenzione, perché questo passo è importante per te!”.

Quando accade,  fermati, scendi,  e vai a vedere più da vicino cosa c'è.

Uno dei metodi più semplici è quello che si chiama “leggi e enfatizza”

Ti spiego cosa significa. Prendi la prima parte di Colossesi 3:16, per esempio. Il versetto dice:

“La parola di Cristo abiti in voi abbondantemente" (Colossesi 3:16)

La prima volta che leggi il versetto, enfatizza la parola “parola"." Quale è la cosa veramente importante? Che la Parola di Dio abiti nella tua mente.

Enfatizza poi la seconda parola del versetto, "Cristo". A chi appartiene la Parola? A Cristo, al Salvatore, al Figlio di Dio... Non è una parola comune!  E' Cristo che ti parla!

Enfatizza quindi la parola "abiti".  Cosa significa "abitare"? Risiedere in un posto per molto tempo. La Parola deve risedere in te,  stare dentro di te non per un week end, non per un mese, non per un anno, ma deve essere inquilino stabile.

Enfatizza poi la parola "in". Cosa significa? Che è dentro, non intorno, non sopra, non a lato,
ma dentro. E' lì che deve stare per darti la forza di non comparti, di avere una forma successiva, di avere un dentro nuovo.

Siamo a "voi".  La Bibbia non dice che la  Parola di Dio  abita nei predicatori, nei missionari, nei pastori, ma in VOI, in te che credi e che la stai leggendo. Non è per gli “specialisti” ma è per tutti.

Infine,  "abbondantemente". Che cosa significa?  Che non basta un po' di Parola, ma che ne serve tanta, in abbondanza, più ce n'è, meglio è.

Quando fai questo processo tu stai liberando energia che ti cambia, perché capisci meglio la volontà di Dio per te, e gli permetti di parlarti.

Chiedigli: “Signore, mi stai dicendo che io posso portare Cristo con me in ogni istante? Vuoi che gli faccia uno spazio dove risieda sempre dentro di me? E' questo quello che mi stai dicendo?"

5) Fatti un selfie

Alla mia epoca non c'erano gli smartphone, che mi permettevano di immortalarmi da solo con su lo sfondo del posto che visitavo, ma prendevo comunque foto per ricordarmelo. Con la Parola di Dio è la stessa cosa.

La Bibbia dice che  la Parola di Dio è sia una lampada che uno specchio  per la nostra anima. Una luce per illuminarci e uno specchio in cui vedere se stessi.

Prendi il passo che stai leggendo, e mettitici dentro. Mettiti all'interno del panorama come in un selfie. Come ti ci vedi?  Cosa dovresti fare o non fare?  Cosa devi cambiare? Domandati: “In questa luce, c'è qualcosa che ora mi è più chiaro e che non avevo visto prima?”.  Oppure: “In questo specchio, cosa devo cambiare nella mia vita?”.

6) Spedisci un WhatzApp a casa

Qualche volta, nei miei viaggi,  trovavo anche il tempo di fermarmi,  comperare una cartolina,  e scrivere a qualcuno per condividere  quello che avevo visto di bello in quel luogo.

Ormai non si mandano più cartoline, si condividono post, storie, foto sui “social”.

Questo è il momento in cui  la lettura e la meditazione  diventa preghiera.

Io ho ancora una agenda di carta su cui metto i miei appunti  e la data di quando li ho scritti

Se fai come me in forma cartacea, o elettronica, nel futuro ti ricorderà dove sei stato  e cosa hai visto, sentito e provato vedendo quel panorama, leggendo quel brano.

Se leggi la Bibbia in questo modo,  oltre ad appendere di più, oltre a darti la forza per cambiare tu permetterai a Dio di guidare ANCHE la tua preghiera,  pregando ciò che Lui vuole che tu preghi.

In una parola: tu starai leggendo la mente di Dio e la sua volontà per te.

Questo cambierà in maniera permanente   e irreversibile il tuo modo di essere ...proprio come la busta di the  ha cambiato in modo permanente e irreversibile  il bicchiere d'acqua.

(pendi il bicchiere)

Ora l'acqua ha acquisito  il colore,  il sapore  e l'odore della busta di the.

Ma è accaduta anche un'altra cosa fondamentale: questo non è più un bicchiere d'acqua,  con una bustina di foglie di the dentro... Questo è un bicchiere di the; la sua natura è cambiata  in maniera permanente e irreversibile.

Questo è ciò che succede alla tua anima  quando la Parola di Dio
abita in te abbondantemente.

Come la busta ha cambiato l'acqua in the,  la Parola di Dio cambierà completamente te stesso (o te stessa).

“Non comparatevi agli altri per essere uguali agli altri, alla mentalità e alle usanze di questo mondo, ma abbiate un'altra forma mediante un dentro nuovo della vostra mente” (Parafrasi Romani 12:2a PV)

Non ti comparerai più agli altri per essere uguale penserai ad avere ”un'altra forma”,  al tuo “dentro nuovo”.

Non continuerai più a sentirti bruco tra i bruchi ma avrai la certezza della farfalle che è in te, pronta ad aprire le ali e a librarsi, attraverso la potenza della Parola di Dio.

Conclusione

Adorare e... una costante,  silenziosa,  segreta conversazione con Dio;  e questo è il segreto dell'amicizia  con il tuo Padre Celeste.

Fermiamoci a pregare.

.---

GUARDA IL VIDEO DEL MESSAGGIO


Share:

1 commenti:

Unknown ha detto...

è stato molto interessante ed istruttivo, mi ha coinvolto

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Costruire la felicità"

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc Tel: 324/8374950 WhatsApp: 347/9740488 email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies