;

domenica, novembre 10, 2019

Odiati dal mondo a motivo di Cristo | 11 Novembre 2019 |


Se vuoi piacere al mondo, devi mettere l'uniforme che il mondo vuole vedere. Se segui Cristo, Cristo ti sceglie così come sei. Ma sarai odiato, sarai odiata dal mondo. Cosa preferisci? L'uniforme del mondo, o l'amore di Cristo?
---
CLICCA SUL TITOLO PER ASCOLTARE IL MESSAGGIO
Tempo di lettura: 10 min.
Tempo di ascolto audio/visione video: 39 min.

Oggi voglio iniziare con una domanda:  da quando sei divenuto, o divenuta credente  sei più o meno “popolare”?

Ti è mai capitato che un familiare,  un amico o un conoscente  abbia apertamente criticato,  osteggiato o impedito   la tua decisione di seguire Gesù?

Quanto  ritrovi di te e della tua vita nelle parole di questo salmo?

"Si alzano contro di me perfidi testimoni; mi interrogano su cose delle quali non so nulla. Mi rendono male per bene; desolata è l'anima mia.  Eppure, io, quand'erano malati, vestivo il cilicio, affliggevo l'anima mia con il digiuno, e pregavo con il capo chino sul petto.  Camminavo triste come per la perdita d'un amico, d'un fratello, andavo chino e oscuro in volto, come uno che pianga sua madre. ...Ma, quando io vacillo, essi si rallegrano, si radunano; si raduna contro di me gente abietta che io non conosco; mi lacerano senza posa.... Non si rallegrino di me quelli che a torto mi sono nemici, né strizzino l'occhio quelli che m'odiano senza motivo." (Salmo 35:11-15, 19)

Se ti è mai capitato dopo di aver accettato Gesù come tuo Signore e Salvatore di aver sperimentato
qualche tipo di pressione o di oppressione... complimenti!  Benvenuti nel club!

La Bibbia definisce questo atteggiamento verso chi crede con una parola specifica (contenuta anche nel Salmo 35): שָׂנֵא - śânê (AT), μισέω - miseō (NT) = odio.

Questa volta si tratta di due parole “primarie” ovvero che non derivano da altre parole, ma che sono nate  per descrivere un sentimento specifico quello che prova una persona quando detesta con tutta se stessa un'altra persona.

Nel capitolo 15 del vangelo di Giovanni, poche ore prima che iniziasse la Passione, Gesù mette in guardia i suoi discepoli (e quindi anche te e me) dicendo loro  di non aspettarsi applausi dal mondo perché lo seguivano, anzi!

"Se il mondo vi odia, sapete bene che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe quello che è suo; poiché non siete del mondo, ma io ho scelto voi in mezzo al mondo, perciò il mondo vi odia.  Ricordatevi della parola che vi ho detta: "Il servo non è più grande del suo signore". Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.  Ma tutto questo ve lo faranno a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato Se non fossi venuto e non avessi parlato loro, non avrebbero colpa; ma ora non hanno scusa per il loro peccato.  Chi odia me, odia anche il Padre mio.  Se non avessi fatto tra di loro le opere che nessun altro ha mai fatte, non avrebbero colpa; ma ora le hanno viste, e hanno odiato me e il Padre mio.  Ma questo è avvenuto affinché sia adempiuta la parola scritta nella loro legge: "Mi hanno odiato senza motivo".  Ma quando sarà venuto il Consolatore che io vi manderò da parte del Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli testimonierà di me e anche voi mi renderete testimonianza, perché siete stati con me fin dal principio.” (Giovanni 15:18-21)

Oggi vogliamo farci assieme sei domande sul perché di questo odio visto che come credenti se seguiamo il comandamento di Gesù di amare il prossimo come noi stessi, e vedere come risponde Gesù alle domande attraverso questo brano di Giovanni:
la prima è...

1. Perché il mondo ci odia?

"Se il mondo vi odia, sapete bene che prima di voi ha odiato me.  Se foste del mondo, il mondo amerebbe quello che è suo; poiché non siete del mondo, ma io ho scelto voi in mezzo al mondo, perciò il mondo vi odia.” (Giovanni 15:18-19)

Vorrei vedere assiema a voi un filmato di un minuto dove una persona molto famosa parla di odio.




La persona è Liliana Segre, ed è una delle poche sopravvissute italiane ancora in vita della shoa, dell'olocausto nazista. Durante l'olocausto furono uccise 5,9 milioni di persone... su che base?

Sulla base dell'odio. La “soluzione finale”  era massimamente mirata verso gli ebrei, ma poco prima della fine della guerra si stava estendendo anche ai cristiani, soprattutto quelli protestanti, evangelici, e anche ad alcuni cattolici che denunciavano lo sterminio.

Se io fossi nato trenta anni prima, nel 1932 anziché nel 62, come pastore evangelico probabilmente sarei stato messo  su un carro piombato io, mia moglie e i miei figli e spedito in un campo di concentramento.



Questa è la mappa più recente che esprime quanto il mondo “odi” Gesù.

Dovresti ringraziare Dio ogni secondo della tua vita per averti fatto nascere in un posto  dove puoi adorare il Signore, dove puoi riunirti liberamente. Lo faccio? Lo fai?

Vuoi farti amare dal mondo? Puoi provare di uniformati al mondo; Gesù dice:

"Se foste del mondo, il mondo amerebbe quello che è suo; poiché non siete del mondo." (v.19)

Ma il mondo non ama le persone per quello che sono, ma in quanto le “possiede”.

Perché i cristiani vengono perseguitati? Perché non portano la giusta uniforme secondo il mondo, e l'uniforme varia di temo in tempo a seconda delle tendenze politiche e delle dinamiche sociali.

Alcuni mi hanno detto: “Beh, in fondo anche tu porti la “uniforme” del cristiano”. Niente di più sbagliato: Gesù non ci ha messo nessuna uniforme, infatti dice:

“ ma io ho scelto voi in mezzo al mondo”

così come eravamo vestiti (sia fuori sia dentro) con tutti i nostri difetti, peccati, problemi.

Non abbiamo dovuto attendere di diventare perfetti per essere accettati, di aver indossato la giusta uniforme, ma siamo stati “scelti” quando eravamo ancora del mondo, mentre eravamo “in mezzo” al mondo.

Cosa preferisci? Mettere l'uniforme del mondo per essere accettato, o essere accettato così come sei?

Facendo questa scelta miei fratelli e mie sorelle in Cristo salirono sui carri piombati assieme agli ebrei; (circa 300.000).

Facendo questa scelta oltre 4000 credenti vengono messi a morte ogni anno.

Tu sei benedetto, tu sei benedetta fino ad oggi, di vivere qui. La tua scelta non comporta la morte,
ma devi decidere comunque: vuoi mettere l'uniforme del mondo oppure vuoi accettare di essere stato scelto e testimoniare con la tua vita di chi ti ha scelto?

App: quale abitudine “del mondo” debbo abbandonare per essere pienamente di Gesù?


2. Perché il mondo ci perseguita?

“Ricordatevi della parola che vi ho detta: 'Il servo non è più grande del suo signore'. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.” (Giovanni 15:20)

Avrete notato che nel brano di Giovanni Gesù non dice solamente che veniamo odiati, ma anche che veniamo perseguitati.

Qui Gesù ci da due notizie: una cattiva e una buona: la cattiva notizia è che è matematico: verremo perseguitati.

La buona notizia è che se parliamo di Gesù al mondo, alcuni ascolteranno.

Tra i credenti che finirono nei campi, ci furono uomini e donne che, nonostante tutto, testimoniarono di Gesù, e alcuni credettero, furono salvati.

Tra i 245 milioni di credenti che sono perseguitati nel mondo moltissimi continuano a parlare di Gesù
nonostante le persecuzioni e alcuni ascoltano, credono e obbediscono a Gesù divenendo nuovi discepoli.

Ci sono altri come noi nel mondo che attendono di ascoltare  la parola di Gesù “fino all'estremità della terra” (Matteo 28:18)

Certo, l'odio ci spaventa, ci spinge a pensare “ma chi me lo fa fare a rischiare, a subire, a patire...”.

Rifletti un attimo: qualcuno ha rischiato ha subito e ha sofferto in grande o in piccolo l'odio del mondo, pur di raccontarti di Gesù e salvarti!

App: in quale ambito (famiglia, scuola, lavoro, amici) debbo riprendere di parlare di Gesù?

3. Perché il mondo perseguita chi opera per il bene?

“Ma tutto questo ve lo faranno a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato.” (Giovanni 15:21)

Che strano! Il mondo apprezza le opere dei credenti, gli ospedali in Africa, gli orfanotrofi, l'impegno verso la fame nel modo e le malattie... basta però che non diciamo “per chi” lo stiamo facendo.

Finché facciamo opere buone come anche altri altri  fanno tutti ci applaudiranno ma non appena diciamo  che lo facciamo per amore di Gesù persino il buono che facciamo viene rigettato.

Allora diventiamo “visionari”, fondamentalisti, intolleranti, illusi; ci dicono che Dio non esiste, che siamo presuntuosi, che vogliamo avere ragione sempre noi, che non è vero che Gesù è la sola via. Eccetera eccetera...

Perché accade questo? Gesù che lo spiega nei versetti che seguono...(ma prima la app...)

App: cosa debbo fare/fare di nuovo e non faccio perché sono stato criticato/a pesantemente?

4. Perché il mondo odia Gesù?

“Chi odia me, odia anche il Padre mio.  Se non avessi fatto tra di loro le opere che nessun altro ha mai fatte, non avrebbero colpa; ma ora le hanno viste, e hanno odiato me e il Padre mio.” (Giovanni 15:23-24)

Ammettere che Gesù operi in questo mondo attraverso lo Spirito Santo e attraverso i suoi discepoli sarebbe ammettere che Dio esiste davvero che opera nel mondo e che ama il mondo.

Chi odia Gesù odia anche Dio; non è possibile amare Dio ed odiare Gesù le opere che Gesù ha fatto testimoniano del Padre, le opere che i credenti fanno testimoniano del Padre e del Figlio.

E se io ammetto che le tue opere le stai facendo perché Gesù te lo chiede devo ammettere che Dio esiste... e, per il mondo, questo è inaccettabile.

Gesù descrive questa situazione con un linguaggio molto eloquente:

"Ecco, io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe. (Matteo 10:16)

App: a quale persona debbo rammentare che solo tramite Gesù può essere salvato?

5. Perché accade tutto questo?

“Ma questo è avvenuto affinché sia adempiuta la parola scritta nella loro legge: 'Mi hanno odiato senza motivo'.” (Giovanni 15:25)

Quale è il piano di tutto ciò? Perché Gesù lo permette? Perché non può fare in modo
che ciò che facciamo venga accettato ed apprezzato? Lui è onnipotente, lo potrebbe fare benissimo!

Sapete, vero, a quale brano si stesse riferendo Gesù quando diceva che nella Legge era scritto “mi hanno odiato senza motivo”? Al Salmo 35! Al salmo che abbiamo letto all'inizio!

Nel Salmo 35 Davide riflette  sul perché gli accade tutto il male; si chiede: “Perché rifiutano tutto il mio bene?”

“Non si rallegrino di me quelli che a torto mi sono nemici, né strizzino l'occhio quelli che m'odiano senza motivo.”(Salmo 35:19)

La risposta a Davide arriva con comodo... un migliaio di anni dopo... per bocca di Gesù: “ Davide, succedeva perché tu stavi servendo me, e servendo me stavi andando contro il mondo, non avevi l'uniforme giusta, stavi parlando loro di un solo Dio, di una sola via, di una sola salvezza... Per loro era davvero troppo, non potevano accettarlo!”

Tu ed io siamo l'adempimento di quello che Davide si chiedeva senza avere risposta...

Per noi è facile capire, ora,perché  Gesù ce lo spiega... Ma c'è voluta una bella dose di fede nel credere che Dio avrebbe spiegato prima o poi, perché veniamo perseguitati, di attendere l'arrivo di Gesù.

Gesù disse a Tommaso:

 «Perché mi hai visto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!» (Giovanni 20:29)

6. Chi parlerà al mondo di Gesù?

“Ma quando sarà venuto il Consolatore che io vi manderò da parte del Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli testimonierà di me; e anche voi mi renderete testimonianza, perché siete stati con me fin dal principio. “ (Giovanni 15:26-27)

Certo, che messa così, potrei sentirmi, per così dire, un po' “sotto pressione”... “Io che sono l'adempimento di una profezia di Davide devo provvedere a convertire  con le mie parole il mondo”.

Guardate il versetto: chi si occuperà di testimoniare al mondo di Gesù? Lo Spirito Santo continuerà a parlare al mondo di Gesù.

Noi non saremo da soli, ma saremo dei collaboratori nell'opera di testimonianza.

"anche voi mi renderete testimonianza" (v27)

Non solo noi, ma ANCHE noi, noi assiema a qualcun altro molto più potente.

Noi dovremo affiancare l'opera dello Spirito, lo sforzo maggiore lo sopporterà, come sempre
Gesù, sotto forma di Spirito Santo

App: quali attività personali o di chiesa farò per rendere testimonianza a Gesù?

Conclusione

Perché Gesù ha voluto che noi sapessimo che saremo odiati? Mica è una bella notizia da dare ad un amico! Avrei preferito risparmiarmela e vivere contento sperando non toccasse a me!

Sapete, Gesù lo sapeva  che avrei avrei avuto questa reazione!

Per questo, alla fine del suo discorso aggiungerà questa frase:

“Vi ho detto queste cose, affinché abbiate pace in me. Nel mondo avrete tribolazione; ma fatevi coraggio, io ho vinto il mondo". (Giovanni 16:33)

L'enfasi dell'intero brano  non è che il mondo ci odia, e nemmeno che ci perseguita; quella è una profezia,  è chiaro, è logico, succederà.

Ma sulla realtà che IO sono testimone di Cristo, non senza difficoltà non senza costo, non senza prezzo.

Ma con la certezza che Gesù ha già vinto... e io assieme a lui...

Preghiamo.

---

GUARDA IL VIDEO DEL MESSAGGIO



Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Costruire la felicità"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. Costruisci la tua felicità per vivere felice 1° parte

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc Tel: 324/8374950 WhatsApp: 347/9740488 email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies