;

domenica, agosto 24, 2014

Custodisci il tuo cuore per custodire il tuo matrimonio. | 24 Agosto 2014 |

Il segreto per un matrimonio saldo inizia dal custodire il proprio cuore... con l'aiuto di Dio!

---

Quale è la prima parola che imparano i bambini? “MIO!”

Noi nasciamo con l'innato istinto di possedere e con esso nasce anche l'istinto di proteggere quello che è nostro; il bambino quando dice “mio” stringe l'oggetto tra le braccia e spesso si gira.

Chi di noi ha un “nascondiglio segreto in casa dove ripone le sue “cose preziose” prima di andare in vacanza?
Esistono le casseforti. Esistono le cassette di sicurezza. Abbiamo un desiderio innato di possedere, e di custodire.

Questo desiderio è “innato”, nasce con noi; di per se è un sentimento “neutro”, a cui noi dobbiamo dare un significato positivo o negativo.

Negativo: custodisco i miei beni: “Solo per me!”: l'avaro- “Solo per il mio gruppo di persone”: il politico corrotto.

Positivo: custodisco i miei beni: “Per la sicurezza della mia famiglia”: il buon padre di famiglia-
Per darne a chi non ha”: il generoso.

Ognuno custodisce qualcosa,  e normalmente è qualcosa di prezioso, di raro, di unico: custodiamo le proprietà e i danari, ma custodiamo anche i ricordi e gli affetti.

Oggi parliamo di matrimonio, del matrimonio cristiano, di quello strano processo dove due corpi si fondono in uno, dove due vite diventano una sola vita:

“Perciò l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e saranno una stessa carne... Dio li benedisse.” (Genesi 2:24, 28)

La parola “carne” nell'originale significa “corpo”:  non parla di qualcosa di “teorico”  ma del corpo di una persona,  un corpo fatto di ossa, muscoli, cuore, polmoni e quant'altro un corpo che se lo ferisci sanguina, se lo divdi in due muore.

Visto che l'unione tra un uomo e una donna è la prima cosa in assoluto che Dio ha benedetto
dei tutto il resto del creato aveva semplicemente  costatato che era “buono”, che andavano bene, che funzionavano, potremmo essere tentati di pensare che la cosa suprema che Dio vuole che noi custodiamo sia il matrimonio.

Non è così: c'è qualcosa di molto più importante,primario, vitale che Dio vuole che noi custodiamo:

“Custodisci il tuo cuore più di ogni altra cosa, poiché da esso provengono le sorgenti della vita.” (Proverbi 4:23)

La cosa più preziosa in assoluto per Dio,  quella da custodire e proteggere in qualsiasi modo, quella su cui noi dobbiamo profondere ogni singolo sforzo,  a cui dobbiamo provvedere il nascondiglio migliore, la cassaforte più sicura, la banca più vigilata, è il nostro cuore.

E qui c'è da fare una piccola spiegazione: quando noi diciamo, al giorno d'oggi :”ho pensato”, spesso portiamo il dito verso la testa, perché sappiamo che è dal cervello che escono i pensieri.

Un ebreo dei tempi in cui è stato scritto il libro di Proverbi avrebbe automaticamente portato il dito verso il cuore, in quanto gli ebrei ritenevano che il centro del ragionamento fosse lì, mentre i sentimenti risiedevano nella pancia.

Sapendo questo, rileggiamo Proverbi 4:23

“Custodisci il posto da cui provengono i tuoi pensieri più di ogni altra cosa, poiché da esso provengono le sorgenti della vita.”

E' da ciò che pensiamo che sorga una fonte inesauribile che disseta la nostra vita.

Cari sposi, la vita che avete iniziato assieme come un unico corpo è preziosa agli occhi di Dio, Dio l'ha benedetta, va nutrita,  andrà dissetata ogni giorno. La cosa che dovrete proteggere maggiormente per proteggere il vostro matrimonio sono i vostri pensieri.

Dovrete proteggere il vostro cuore per proteggere il vostro matrimonio. Dovrete proteggere quello che pensate per proteggere il bene prezioso che Dio ha benedetto unendovi in un solo corpo.

I quattro custodi

Quali sono le “cassette di sicurezza”, le “casseforti”, le “banche” che vi permetteranno di proteggere l vostro matrimonio?

1 ) Ciascuno di voi individualmente

Dovrete custodire il vostro cuore ciascuno per parte sua, facendo quello che Paolo suggerisce in Filippesi:

“Quindi, fratelli, tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama, quelle in cui è qualche virtù e qualche lode, siano oggetto dei vostri pensieri.” (Filippesi 4:8)

Dovrete abituarvi a pensare dell'atro esclusivamente:

  • le cose vere, senza fantasie,
  • le cose che rendano onore all'altro,
  • le cose che siano giuste per l'altro,
  • le cose che siano pure per l'altro,
  • le cose che l'altro possa amare,
  • le cose che rendano buona fama, all'altro,
  • le cose che siano virtuose per l'altro, 
  • le cose che siano di lode all'altro.

2) Voi come coppia

Se è vero che dovrete vegliare come singoli, ora siete anche un unico corpo; o abbiamo già letto in Genesi 2:24: “e saranno una stessa carne...”. Per cui dovrete custodire la vostra unione come unico corpo pensando:

  • le cose vere della coppia, 
  • le cose che rendano onore alla coppia, 
  • le cose che siano giuste per la coppia, 
  • le cose che siano pure per la coppia, 
  • le cose che  la coppia possa amare,
  • le cose che rendano buona fama alla coppia, 
  • le cose che siano virtuose per la coppia
  • le cose che siano di lode alla coppia.

3) Dio

Abbiamo già detto che, nel matrimonio cristiano, chi si sposa, divene un unico corpo, ma noi sappiamo che il corpo di chi crede è anche la casa dove risiede Gesù, sotto forma di Spirito Santo:

“Non avete ancora capito che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che vive in voi, lo stesso Spirito che Dio vi ha dato? Il vostro corpo adesso non appartiene più a voi stessi, perché Dio vi ha comprato a caro prezzo. Perciò, usatelo per rendere gloria a Dio.” (1 Corinzi 6:19-20 PV)

Per questo, anche se individualmente già lo eravate, ora siete il luogo dove risiede Gesù; Gesù è nel vostro mezzo.

In questo compito di costruire e di custodire la casa dove Gesù risiede voi non sarete mai da soli:

“Se il Signore non costruisce la casa, invano si affaticano i costruttori; se il Signore non protegge la città, invano vegliano le guardie. Invano vi alzate di buon mattino e tardi andate a riposare e mangiate pane tribolato; egli dà altrettanto a quelli che ama, mentre essi dormono.” (Salmo 127:1-2)

Il Signore Dio sarà il vostro collante; Ecclesiaste afferma che

“una corda a tre capi non si rompe così presto. (Ecclesiaste 4:12b).

Per quanto voi possiate custodire i vostri cuori, per quanto voi possiate trovare un nascondiglio ben protetto, non potrete nulla di fronte alle insidie della vita.. Sarebbe una fatica inutile (“invano si affaticano”).

Ma se custodite il cuore in Dio,  affidandogli i vostri giorni, affidandogli le vostre decisioni, affidandogli le vostre preoccupazioni, affidandogli anche i momenti di tensione come coppia i vostri bisticci (perché ce ne saranno, sapete!), sarà il Signore a costruire e a custodire i vostri cuori.

4) La vostra chiesa locale

Voi ora siete un unica carne, un unico corpo, ma  come credenti siete anche parte di un corpo molto più ampio:

“E tutti noi, sia quelli di origine ebraica che quelli di origine pagana, sia schiavi che liberi, siamo stati battezzati con lo stesso Spirito per formare un solo corpo...E se una parte del corpo soffre, tutte le altre soffrono con essa; se una parte, invece, è onorata, tutte le altre ne sono felici.  Dunque, voi siete il corpo di Cristo e, individualmente, ognuno di voi è un membro di esso.” (1 Corinzi 12:13, 26-27 PV)

Nel Nuovo testamento ci sono 58 comandamenti che non possono essere adempiuti se non si fa parte di una chiesa,  e che sono connessi alla frase “gli uni gli altri”:  amatevi, esortatevi, ammonitevi, accoglietevi... Tra poco noi pregheremo come vostra “altra” chiesa; pregheremo per la vostra unità, per la vostra salute, per il vostro futuro; continueremo a pregare anche  quando tornerete in Zimbabwe.

Ma sarà nella vostra chiesa locale che troverete  il conforto,  l'ammonimento, la guida, l'aiuto. Entratene presto a far parte attiva , operando per Cristo e per il suo corpo; allora sarete realmente protetti, allora il vostro cuore sarà al sicuro.

“Custodite i vostri cuori più di ogni altra cosa, poiché da esso provengono le sorgenti della vita.” 
(Proverbi 4:23)

Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Togliti i calzari"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. Togliti i calzari 1° parte
2. Togliti i calzari 2° parte

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc Tel: 324/8374950 WhatsApp: 347/9740488 email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies