;

domenica, maggio 06, 2012

Prevenuto, ficcanaso... o coinvolto? | 6 Maggio 2012 |

Quale è il mio più grande dovere come credente, dopo quello di amare Dio? Gesù ci ha indicato in una storia quale sia questo mio dovere... e cosa fare per adempierlo.
---

Se un ospite non credente ti chiedesse: “Quali sono le 2 cose più importanti che devo fare nella mia vita?”,  come risponderesti?

Anche a Gesù è stato chiesto questo in Matteo 22

«Maestro, qual è, nella legge, il gran comandamento?»  Gesù gli disse: «Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente". Questo è il grande e il primo comandamento. Il secondo, simile a questo, è: "Ama il tuo prossimo come te stesso". Da questi due comandamenti dipendono tutta la legge e i profeti». (Matteo 22:36-40)

Gesù ha riassunto le due attività più importanti nel  Grande Comandamento.

Ma siccome vogliamo mostrare al nostro ospite che è prezioso per noi, oggi vogliamo parlare del 2° “Ama il tuo prossimo come te stesso”. E' comandamento  così importante .che viene citato ben  dieci volte nella Bibbia!

Paolo addirittura dice: :

“poiché tutta la legge è adempiuta in quest'unica parola: «Ama il tuo prossimo come te stesso»." (Galati 5: 14)

E, per essere sicuri che non dimenticassimo questo,  Gesù ha raccontato una storia!

“Un giorno, un esperto della legge di Mosè si presentò per mettere Gesù alla prova, e gli fece questa domanda: "Maestro, che devo fare per avere la vita eterna?" Gesù chiese a lui: "Che cosa è scritto nella legge di Mosè sull'argomento? Qual è la tua interpretazione?" L'uomo rispose: "Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutte le tue forze e con tutta la tua mente!" e "Ama il prossimo tuo come te stesso"."Ben detto!" approvo Gesù. "Fai questo e vivrai!".L'uomo volendo giustificarsi, chiese ancora: "Ma chi è il mio prossimo?"» (Luca 10:25-29 PV)

Sottolineate "come" -  concetto radicale! Proprio come tu ami te stesso.!

Immediatamente. il ragazzo fa una domanda... per trovare una scappatoia!  Questo ragazzo non ha voglia di amare qualcuno inutilmente! E nemmeno noi vogliamo “sprecare” il nostro amore, vero?

Ma,  alla domanda, Gesù risponde...con una domanda, alla fine di una storia diventata famosa (quanti ospedali si chiamano “Il buon samaritano”?)

3 differenti personaggi sulla “scena del crimine”

Un sacerdote, un levita, un samaritano. Ognuno rappresenta un atteggiamento diverso verso gli altri.

Anche noi possiamo essere sacerdoti, o leviti, o samaritani. Non siamo costantemente così; alcune volte ci comportiamo come uno o l'altro.

Posso avere 3 possibili atteggiamenti verso il mio prossimo

1.Posso Mantenere le distanze   Atteggiamento del  1 ° viaggiatore: = PREVENUTO

1° personaggio: il sacerdote = qualcuno che studia la Parola di Dio per missione/professione

Nota: la strada che scendeva da Gerusalemme a Gerico era famosa per essere pericolosa e infestata da briganti.

“Gesù rispose allora: "Un tale, stava scendendo da Gerusalemme a Gerico, quando fu attaccato dai banditi. Lo spogliarono e lo picchiarono, abbandonandolo poi mezzo morto. Per caso un sacerdote giudeo scendeva per la stessa strada; quando vide l'uomo, attraversò la strada per evitarlo, e proseguì.” (Luca 10:30-31)

Lo stile di vita di “evitare a qualsiasi costo”:

  • Non avvicinarsi troppo alle persone, potrebbe essere necessario aiutarli
  • Tenere tutte le relazioni  superficiali per non essere mai coinvolti.
  • Evitare i dolori...anche quelli degli altri
  • Mantenersi lontano e distratto, in modo da non dover affrontare le necessità degli altri. Il cancello è ben distante dalla porta di casa
  • "Lontano dagli occhi, lontano dal cuore"

Noi viviamo da quasi venti anni a Via Carpine, e ancora ci guardano come “quelli nuovi”, gli intrusi.
Non vogliono avere contatto con noi!

2. posso essere curioso, ma non coinvolto   2 ° viaggiatore = FICCANASO

2° personaggio; il  levita (assistente nel tempio) = qualcuno che vive per missione/professione all'interno del tempio e a contatto con i sacerdoti

“Passò anche un Levita, assistente nel tempio, e vedendolo passò sull'altro lato della strada.” (Luca 10:32)

Ancora peggio – questo vede il tizio picchiato, e non lo aiuta! Forse stai pensando :io non sono così”... ma lo sei! Lo siamo!
  • Ci piace guardare gli incidenti, ma non piace fermarsi ad aiutare!
  • “Lo so, ma non ci posso fare nulla!” 
  • Avete fatto caso? E' più facile parlare dei problemi della gente che aiutarli.
  • Il “gossip” su tutto e su tutti (programmi, riviste, siti web)
Erano entrambi uomini di religione... ma mancava una cos, la più importante... l'amore!

3. Posso trattare l'altro come correi essere trattato io:   3 ° viaggiatore

Se vorresti essere trattato con rispetto da chi conosci, devi cominciare a trattare con rispetto chi conosci
SE vorresti essere amato da chi conosci, devi cominciare ad amare chi conosci

3° personaggio: il samaritano = la razza che era più odiata in senso assoluto dai giudei (per noi “lo zingaro”)

“Poi, venne un Samaritano che era in viaggio, vide l'uomo e ne ebbe pietà.” (Luca 10:33)

Gesù scegli l'etnia più odiata, più disprezzata, per dimostrare che non è CHI SEI che interessa a Dio, ma CIO' CHE FAI, come ti comporti, se e come applichi i il suo volere, i suoi comandamenti.

Gesù ha detto: "Quindi, fate agli altri ciò che volete che gli altri facciano a voi, perché questo è l'insegnamento della legge e dei profeti” (Matteo 7:12 PV)

Questa è la regola d'oro: io desidero che questa chiesa sia conosciuta come la chiesa dove siedono le persone più amorevoli al mondo... perché hanno deciso di obbedire alla legge di Dio.

Per diventare un “grande cuore” per le persone che ti circondano, per imparare ad amare il tuo prossimo come te stesso, se vuoi diventare la persona più amorevole che ci sia, ciò che devi fare è quello di seguire l'esempio del Samaritano.

La prossima settimana continueremo vedendo ciò che ha fatto il samaritano in dettaglio, ma una cosa possiamo anticipare: la differenza tra gli uomini “di chiesa” e il samaritano sta tutto in un verbo: “amore”.

Lui sì che ha dimostrato amore verso il malcapitato... e amore, come ormai dovremmo sapere a memoria, non è un sentimento ma una...? AZIONE! Giusto! Giacomo dice:

“Ma mettete la Parola in pratica, non vi limitate ad ascoltarla, ingannando voi stessi!Perché chi ascolta la Parola, senza metterla in pratica, è simile ad uno che si guarda allo specchio, vede la sua faccia riflessa, poi se ne va e subito dimentica com'era.Dio benedirà l'opera di chi, invece, fissa il proprio sguardo nella sua legge perfetta. Questa legge conduce alla libertà non chi l'ascolta soltanto, ma chi la ricorda e la mette in pratica.” (Giacomo 1:22-25 PV)

Come avete capito, l'ospite atteso non verrà... non ancora, perché sta a noi di invitarlo...  Come?

  • Attraverso la mia vita cambiata: Attraverso la nostra personale testimonianza di una vita cambiata: “Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà.” (Romani 12:2) 
  • Frequentando assiduamente la tua chiesa e scegliendo ciò che fai nella vita, il tuo lavoro, i tuoi hobby, le tue amicizie, in maniera che la priorità sia il rapporto con il corpo di Cristo (la tua chiesa) “Non trascuriamo le nostre riunioni, come fanno alcuni abitualmente, ma esortiamoci, tanto più man mano che vediamo avvicinarsi il giorno [del ritorno del Signore].” (Ebrei 10:25) 
  • Mostrando NEI FATTI che siamo DIFFERENTI dal mondo, che non passiamo a fianco, ma che vogliamo essere coinvolti nelle vite  degli altri, poiché “tutta la legge si riassume in quest'unico comandamento: "Ama il tuo prossimo come te stesso" (Galati 5:14 PV)
La nostra chiesa è stata fondata nel 2004, otto anni fa. Ha iniziato con 7 membri, è cresciuta fino a qualcosa meno di 40 tra membri e simpatizzanti. Ha sofferto, come nelle migliori famiglie, una divisione. Ha superato la crisi brillantemente ma ora è tempo di decidere “cosa faremo da grandi”

Abbiano bisogno di una “rifondazione” Noi possiamo: vi ricordate il motto del ritiro dello scorso anno? “HOPE” = Ho Ottenuto Possibilità Eterne

Possiamo...ma vogliamo? Vogliamo questa rifondazione? Vogliamo vedere quella sedia occupata da un ospite... che poi divenga parte della nostra chiesa...oppure stiamo “a posto così”... come il sacerdote, o il levita?
Noi come conduttori possiamo offrirti gli strumenti. Il resto, la voglia, l'amore che diventa AZIONE ce lo devi mettere tu!

Preferisci essere PREVENUTO, essere FICCANASO, oppure essere coinvolto nella vita degli altri?

Gesù si è fatto coinvolgere così tanto da venire a morire per te! “Ama il prossimo tuo come te stesso... fai questo e vivrai!”
Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Costruire la felicità"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. Costruisci la tua felicità per vivere felice 1° parte

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc Tel: 324/8374950 WhatsApp: 347/9740488 email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies