;

domenica, gennaio 08, 2012

Seguire solo Cristo nell'anno nuovo | 8 Gennaio 2012 |

Quanti di noi fanno, all'inizio dell'anno, propositi che poi non riescono a mantenere? Perché non ci riusciamo? E dove possiamo trovare l'energia che ci serve per portarli a termine?

---


All'inizio di un nuovo anno, tutti noi... beh, forse non tutti ma molti di noi, siamo soliti fare i famosi "propositi del primo dell'anno:

"Smetterò di fumare! Farò più esercizio fisico! Sistemerò la casa!"
Oppure, se vogliamo essere più spirituali:"Leggerò tutta la Bibbia! Frequenterò gli incontri settimanali della chiesa! Sarò presente tutte le domeniche in chiesa!"

Intendiamoci, non c'è nulla di male nel fare queste promesse, in quanto quello che promettiamo sono tutte cose buone e lodevoli (nessuno promette di ubriacarsi di più, o di perdere più tempo in frivolezze nell'anno nuovo!).

Perché non funziona?

Siete mai riusciti a mantenere i propositi? Quanto è il  “record” di sopravvivenza dei vostri propositi?

C'è un grande problema: gran parte delle promesse e delle decisioni che prendiamo, pur sapendo che sono buone per la nostra vita, inesorabilmente vengono disattese... da noi stessi!
Non c'è maniera di farle funzionare!

Cercando in internet ho trovato molte liste di suggerimenti su come far “funzionare” le mostre promesse: ho fatto un riassunto dei punti comuni alla maggior parte:
Bisogna:

  • fissare obiettivi raggiungibili
  • essere sfidanti dagli obiettivi
  • avere un progetto scritto
  • pensare “positivo”
  • avere 3 settimane di disciplina
  • avere indulgenza con se stessi
  • comprendere le ragioni che continuano a non farti raggiungere i tuoi propositi;
  • identificare e ricordarsi quali vantaggi ci sono a raggiungerli;
  • non considerare i primi insuccessi come drammatici sconfitte;
  • avere un gruppo di supporto (anche on-line)
C'è un minimo comun denominatore a tutti questi “suggerimenti”: c'è qualcosa da “fare”, per cui si richiede un impegno personale, un tempo per farlo. Se serve “impegno”, significa che serve “energia”.

I suggerimenti, per quanto lodevoli, giusti, saggi, partono presupponendo una cosa: nell'anno nuovo avremo
più determinazione, più tempo più energia.

Non so voi, ma io ogni anno ho: meno determinazione, meno tempo, meno energia.

Perché? Perché non sono come Bejamin Button , il film con Brad Pitt dove il protagonista nasceva vecchio e man mano che cresceva diventava sempre più giovane) che più passavano gli anni più ringiovaniva.

In generale, i suggerimenti sono quasi tutti giusti... ma non riesco a portarli a temine. Perché?
Semplicemente perché pretendiamo di trovare da soli le energie sufficienti a cambiare noi stessi... ed ogni volta ci accorgiamo di non avere quelle energie di cui avremmo bisogno.

Non riusciamo a comprendere che, per cambiare noi stessi, non ci serve la nostra determinazione... ma qualcos'altro. Disperatamente proviamo a essere fedeli a noi stessi, inesorabilmente cadiamo.

E, nella caduta, ci accompagna sempre un senso di frustrazione, la consapevolezza di aver fallito "ancora una volta". E così, dando la colpa a noi stessi, viviamo con un senso di sconfitta profonda che spesso ci impedisce dal tentare di nuovo: "Ci ho già provato tante volte, e non ha funzionato. Che vale provare ancora?".

Dove sta l'errore?

Dove è che sbaglio? Ma, soprattutto, dove posso attingere le forze per essere fedele a ciò che di buono vorrei fare per cambiare me stesso e il mio atteggiamento in questo 2012?

Se l'apostolo Paolo avesse mai fatto un proposito d'inizio d'anno, penso che ne avrebbe avuto solo uno nella sua lista:

"Perché avevo deciso che vi avrei parlato soltanto di Gesù Cristo e della sua morte sulla croce.". (1 Corinzi 2:2 PV)

Il proposito di Paolo nell'anno 2012 suonerebbe pressappoco così: "Quest'anno decido di conoscere meglio Gesù e di ricordarmi che è morto per me" . Il messaggio di Paolo è radicalmente semplice: la salvezza è solo in Cristo. Cosa significa questo?
  • Non è Cristo, più il mio buon comportamento.
  • Non è Cristo, più il numero di versetti da memorizzare.
  • Non è Cristo, più essere super-attivo in chiesa.
  • Non è Cristo, più la mia decima.
  • Non è Cristo, più saggezza tratta dall'ultimo seminario cristiano.
  • Non è Cristo, più gli anni che ho passato nello studio della Bibbia.
  • Non è Cristo più diventare lo sposo perfetto.
  • Non è Cristo più avere bambini ben educati.
  • Non è Cristo, più trovare il lavoro giusto.
  • Non è Cristo, più non aver preso mai una multa.
E 'semplicemente Cristo: Cristo, nulla più. Questo è il messaggio di Paolo, un messaggio che è giusto in questo prossimo anno come lo sarà nel 2999.

Perché solo Cristo?

Spesso noi iniziamo nel posto sbagliato il nostro anno di credenti: "Devo leggere di più la Bibbia, devo pregare di più, devo evangelizzare di più, devo frequentare di più la chiesa!.

Alla fine dell'anno ci troviamo invece che abbiamo letto poco la Bibbia, che abbiamo pregato poco, che abbiamo parlato poco di Gesù agli altri, che abbiamo frequentato poco,la chiesa, o che l'abbiamo visto piuttosto come un dovere.

Perché? Perché abbiamo provato tutto quello dimenticandoci che:

  • se voglio avere un modello di come Gesù vuole io sia, devo leggere la Bibbia
  • se voglio conoscere il volere di Gesù per la mia vita, devo connettermi a lui in preghiera,
  • se voglio avere una chiesa grande e forte, devo parlare di Gesù alle persone
  • su voglio avere conforto per la mia vita, devo frequentare di più la mia chiesa e connettermi anche al di fuori di essa con gli altri membri

Se la mia vita è “Cristo e...” non funzionerà, e non avrò l'energia che mi serve per cambiarla (Spesso le nostre vite sono “... e Cristo”)

Dove trovo l'energia?

“Ma riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi1(Atti 1:8)

L'unico posto dove posso avere energia perché i miei propositi non falliscano,è in Gesù.

“Or a colui che può, mediante la potenza che opera in noi, fare infinitamente di più di quel che domandiamo o pensiamo, a lui sia la gloria nella chiesa, e in Cristo Gesù, per tutte le età, nei secoli dei secoli. Amen. (Efesini 3:20-21)

Alla luce di questa potenza, vogliamo rivedere quello che il mondo suggerisce

(Vedi scheda)

Facciamo che la nostra decisione per il 2012 sia di concentrarci su Gesù, su chi Egli è, e su quello che ha fatto per noi.

Inizia questo 2012 con una promessa semplice:" Gesù, voglio conoscerti ogni giorno un po' di più, e voglio ricordarmi ogni giorno che sei morto per me".

Questa è la base su cui fondare un anno che cambi la tua vita: questa è la fonte dell'energia che ti serve per cambiare.
Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Costruire la felicità"

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc Tel: 324/8374950 WhatsApp: 347/9740488 email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies