;

domenica, agosto 09, 2015

Mai più soli: la storia di Diana | 9 Agosto 2015 |

Dove trovi la forza per andare avanti quando i problemi iniziano al primo giorno della tua vita? Con cosa riempi i buchi che il mondo fa nella tua anima? Diana ha scoperto che un piccolo "si" a Gesù le ha aperto una vita piena di pace, gioia, amore.
---

A differenza delle altre storie che abbiamo sentito nelle settimane precedenti, dove i problemi erano arrivati turante la vita, per Diana arrivano CON la vita, sotto forma di una grave malformazione alla nascita (palatoschisi bilaterale).


Così Diana,  oltre a dover subire una lunga serie di interventi per poter vivere normalmente, deve subire il rifiuto e l'isolamento da parte degli altri a causa della sua diversità.

Dove vai quando ti senti rifiutato, quando ti senti rifiutata? Dai tuoi genitori (Diana vedremo aveva anche una situazione familiare difficile)? Dai tuoi amici?

C'è un unico posto sicuro dove andare quando ti senti così:

“Tutti quelli che il Padre mi dà verranno da me, ed io non li respingerò mai. (Giovanni 6:37 PV)

Diana descrive la sua situazione come “buchi nell'anima”, i buchi sono posti dove prima c'era qualcosa,  e ora non c'è più nulla.

E Diana, come me e come te, cerca... non sa nemmeno lei che cosa

Hai mai provato questa sensazione? Essere in mezzo ad una folla... e sentirsi solo, sentirsi sola.

Gesù è venuto per abbattere la barriera della solitudine; infatti lui stesso dice alla fine del suo soggiorno in terra:

“Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell’età presente” (Matteo 28:20b)

Diana dice che  sebbene i chirurghi stessero ricostruendo il suo aspetto, la sua faccia, non c'era un chirurgo che potesse ricostruire quei buchi.

Diana, come molti di noi, cerca vari chirurghi del mondo (amici, amore, studio, sport).... Il risultato? “Niente” (lo ripete nove volte). Le mani mimano il gesto di “arrampicarsi su qualcosa”...  ma niente, i buchi rimangono, si allargano... fino a che un giorno...

Il giorno è quello di un invito a un concerto cristiano: una ragazza con una chitarra canta e parla di Gesù e Diana dice “io un po' ridevo”. Ma Diana vede tre cose in quella ragazza: vede pace, vede amore, vede gioia.

Sono i frutti dell'amore di cui parla Paolo

“L’amore è paziente, è benevolo; l’amore non invidia; {l’amore} non si vanta, non si gonfia,  non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s’inasprisce, non addebita il male,  non gode dell’ingiustizia, ma gioisce con la verità.” (1 Corinzi 13:4-6)

Ancora un a volta, non è un miracolo eclatante, un mare che si divide,  o fiamme che scendono dal cielo, che convince Diana che Dio esiste, e che si cura di noi ma la semplice testimonianza di quello che ha fatto Gesù in quella semplice ragazza.

Ti domando (e mi domando): quando gli altri guardano in te, cosa vedono? Vedono pace? Vedono amore? Vedono gioia?

Se non vedono questo, cosa ti impedisce ancora di testimoniare quello che Gesù ha già fatto per te?
Cos'è? E' orgoglio (io ce la faccio da solo/sola)? E' paura (mi vergogno perché gli altri mi prendono in giro)? E' la voglia di conformità (chi pecora si fa il lupo se la mangia)?

Cosa?  Ancora una volta, lo studio più potente per portare glia altri a Cristo è scritto nella testimonianza della tua vita cambiata. Paolo dice:

“Infatti io non mi vergogno del Vangelo, che è il mezzo potente di Dio per la salvezza di chiunque abbia fede.” (Romani 1:16 PV)

Diana dice “io ero attratta”... e fa il gesto di “essere presa”.

E la chance arriva, come sempre, attraverso la lettura della Parola di Dio;

“Poiché la predicazione della croce è pazzia per quelli che periscono, ma per noi, che veniamo salvati, è la potenza di Dio.”

E' nella Parola che risiede la potenza che cambia Diana, e che cambia me e te, ogni giorno. E' per quello che è importante leggere la Bibbia ogni giorno, per avere quella potenza nella propria vita.)

Come è arrivata la salvezza per Diana? con un semplice “si”, una piccola fessura nella sua vita tramite cui Cristo è entrato in modo esplosivo.

Diana mima il gesto di “girare sottosopra”. Quando Gesù arriva nella tua vita, i tuoi valori devono finire sottosopra. Quelli che erano i valori sopra (ricchezza, fama danaro, io,) devono finire sotto. Quelli che erano i valori sotto (altruismo, amore, tu) devono finire sopra.

La tua vita è finita “sottosopra”? I tuoi valori sopra sono finiti in fondo,  o ancora galleggiano là sopra?

Diana ti testimonia che questo processo non è stato immediato, per Diana (come per tutti)
è un “work in progress”, “lavori in corso” e ancora una volta “mima” con le mani l'atto di togliere tutte le cose che si erano messe sopra. Ma devi lasciare che Gesù lo faccia. Come?

Diana ha capito che deve ripeterlo ogni giorno, all'inizio del giorno.

E Diana a capito che credere in Dio non significa la fine dei suoi problemi, ma significa che Dio è più grande dei suoi problemi, e che con un Dio più grande dei miei problemi  che ama me i miei problemi non hanno più  alcuna dimensione importante.

Preghiamo.


Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca frase nel sito



In evidenza: "Affrontare la tempesta"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. Un megafono nella tempesta
2. Una piccola fede per affrontare la tempesta
3. Un grande amore per affrontare la tempesta 1° parte

Una tazza di caffè col Padre

Una tazza di caffè col Padre
Cinque minuti per ascoltare e parlare con Lui

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc - Tel. 347/9740488 - email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies