;

domenica, maggio 19, 2013

In che modo Gesù si prende cura di te? | 19 Maggio 2013 |

Prendersi cura di qualcuno è qualcosa di importante; è una cosa pratica. E' sia il "come" che il "cosa". Davide Campo ci illustra come Gesù si prenda cura di noi e cosa faccia per noi.

---

«In verità, in verità vi dico che chi non entra per la porta nell'ovile delle pecore, ma vi sale da un'altra parte, è un ladro e un brigante.  Ma colui che entra per la porta è il pastore delle pecore.  A lui apre il portinaio, e le pecore ascoltano la sua voce, ed egli chiama le proprie pecore per nome e le conduce fuori.  Quando ha messo fuori tutte le sue pecore, va davanti a loro, e le pecore lo seguono, perché conoscono la sua voce.  Ma un estraneo non lo seguiranno; anzi, fuggiranno via da lui perché non conoscono la voce degli estranei». Questa similitudine disse loro Gesú; ma essi non capirono quali fossero le cose che diceva loro. Perciò Gesú di nuovo disse loro: «In verità, in verità vi dico: io sono la porta delle pecore.  Tutti quelli che sono venuti prima di me, sono stati ladri e briganti; ma le pecore non li hanno ascoltati.  Io sono la porta; se uno entra per me, sarà salvato, entrerà e uscirà, e troverà pastura.  Il ladro non viene se non per rubare, ammazzare e distruggere; io son venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza.  Io sono il buon pastore; il buon pastore dà la sua vita per le pecore.  Il mercenario, che non è pastore, a cui non appartengono le pecore, vede venire il lupo, abbandona le pecore e si dà alla fuga, e il lupo le rapisce e disperde.  Il mercenario [si dà alla fuga perché è mercenario e] non si cura delle pecore.  Io sono il buon pastore, e conosco le mie, e le mie conoscono me,  come il Padre mi conosce e io conosco il Padre, e do la mia vita per le pecore.  Ho anche altre pecore, che non sono di quest'ovile; anche quelle devo raccogliere ed esse ascolteranno la mia voce, e vi sarà un solo gregge, un solo pastore.  Per questo mi ama il Padre; perché io depongo la mia vita per riprenderla poi.  Nessuno me la toglie, ma io la depongo da me. Ho il potere di deporla e ho il potere di riprenderla. Quest'ordine ho ricevuto dal Padre mio». (Giovanni 10:1-18)

La cura per eccellenza: "Io sono il buon pastore; il buon pastore dà la sua vita per le pecore." (Giovanni 10:11)

In che modo Gesù è il buon pastore?

5 Modi

1) Ci dà un ovile

  • un posto riparato e protetto,
  • con un unici accesso autorizzato,
  • da cui può accedere solo il pastore.
a) Un' unica via d'accesso

"Io sono la porta; se uno entra per me, sarà salvato." (Giovanni 10:9a)


Lo scopo della via è la salvezza.

b) Gesù è l'unico accesso autorizzato

"La parola del Signore mi fu rivolta in questi termini: «*Figlio d'uomo, *profetizza contro i pastori d'*Israele; profetizza, e di' a quei pastori: “Cosí parla Dio, il Signore: Guai ai pastori d'Israele che non hanno fatto altro che pascere sé stessi! Non è forse il gregge quello che i pastori debbono pascere?  Voi mangiate il latte , vi vestite della lana, ammazzate ciò che è ingrassato, ma non pascete il gregge...Perciò, o pastori, ascoltate la parola del Signore!  Com'è vero che io vivo, dice Dio, il Signore, poiché le mie pecore sono abbandonate alla rapina; poiché le mie pecore, che sono senza pastore, servono di pasto a tutte le bestie dei campi, e i miei pastori non cercano le mie pecore; poiché i pastori pascono sé stessi e non pascono le mie pecore,  perciò, ascoltate, o pastori, la parola del Signore!  Cosí parla Dio, il Signore: Eccomi contro i pastori; io domanderò le mie pecore alle loro mani; li farò cessare dal pascere le pecore; i pastori non pasceranno piú sé stessi; io strapperò le mie pecore dalla loro bocca ed esse non serviranno piú loro di pasto.  «Infatti cosí dice Dio, il Signore: Eccomi! io stesso mi prenderò cura delle mie pecore e andrò in cerca di loro...Porrò sopra di esse un solo pastore che le pascolerà: il mio servo *Davide; egli le pascolerà, egli sarà il loro pastore.  Io, il Signore, sarò il loro Dio, e il mio servo Davide sarà principe in mezzo a loro. Io, il Signore, ho parlato." (Ezechiele 34:1-3, 7-11, 23-24)

c) E' un accesso che è costato molto

 "Do la mia vita per le pecore." (Giovanni 10:15b)
2) Ci chiama per nome

Ha con chi crede in lui un rapporto personale di conoscenza.

"Egli chiama le proprie pecore per nome e le conduce fuori." (Giovanni 10:3b)

E' una conoscenza reciproca, proprio come quella tra Gesù e Dio.

"Io sono il buon pastore, e conosco le mie, e le mie conoscono me,  come il Padre mi conosce e io conosco il Padre" (Giovanni 10:14-15a)

3) Ci mostra la strada

Un pastore va davanti e le pecore lo seguono.

  • Le pecore tendono a seguire chi è davanti
  • gli uomini anche.
Gesù offre una guida verso la via per eccellenza. Quale è?

"Gesú gli disse: « “Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente ” .  Questo è il grande e il primo comandamento.  Il secondo, simile a questo, è:  “Ama il tuo prossimo come te stesso ”." (Matteo 22:37-39)

4) Ci dà cibo per la nostra crescita

"Io sono la porta; se uno entra per me, sarà salvato, entrerà e uscirà, e troverà pastura." (Giovanni 10:9)


Il pastore porta le pecore al cibo e le sorveglia mentre si nutrono. Dove trovo il nitrimento che Gesù mi promette?


  • Nella Bibbia
  • Nella preghiera
  • Nella comunione fraterna
  • Nelle parole di Pastori ed Anziani
"Esorto dunque gli *anziani che sono tra di voi, io che sono anziano con loro e testimone delle sofferenze di Cristo e che sarò pure partecipe della gloria che deve essere manifestata:  pascete il gregge di Dio che è tra di voi, sorvegliandolo, non per obbligo, ma volenterosamente secondo Dio; non per vile guadagno, ma di buon animo;  non come dominatori di quelli che vi sono affidati, ma come esempi del gregge." (1 Pietro 5:1-3)

5) Ci dà la certezza della vita eterna
"Io do loro la vita eterna e non periranno mai e nessuno le rapirà dalla mia mano.  Il Padre mio che me le ha date è piú grande di tutti; e nessuno può rapirle dalla mano del Padre.  Io e il Padre siamo uno»." (Giovanni 10:28-30)

Se siamo in Cristo siamo certi che nessuno potrà strapparci la vita eterna.

"Infatti sono persuaso che né morte, né vita, né angeli, né principati, né cose presenti, né cose future,  né potenze, né altezza, né profondità, né alcun'altra creatura potranno separarci dall'amore di Dio che è in Cristo Gesú, nostro Signore." (Romani 8:38-39)

Conclusione

Cinque modi per prendersi cura di te: Gesù è morto per spiegarteli. Gesù offre la sua cura. Se non fai ancora parte del gregge di Gesù, ascolta la sua voce, e seguilo. Se ni fai già parte, non dimenticare di ascoltare la sua voce e di seguirlo.



Share:

0 commenti:

Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

Ricerca semplice nel sito



In evidenza: "Colui che ti guarisce"

Cliccando sui titoli qui sotto potrete accedere direttamente ai messaggi della serie attualmente in corso in chiesa


1. Dio è Colui che guarisce
2. La compassione che guarisce
3. Guarigione Divina VS Sapienza senza potenza
4. Come guarisce Gesù?

Tutti i messaggi per data

Cerchi una chiesa Evangelica?

La nostra chiesa è connessa a

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...

Anche noi abbiamo adottato dei bambini a distanza tramite...
Fallo anche tu!
_________________________

English Version

La mia foto
Montefiascone, VT, Italy
Via Delio Ricci, snc - Tel. 347/9740488 - email: laveravite@gmail.com

Labels

 
Leggi le informazioni sull'uso dei cookies